TRADIRSI E POI PIANGERE

di

"Io non sono nstato fedele e gliel'ho detto. Ora anche lui mi cornifica, e non lo sopporto. Che fare?" E la jena: "non accetto, non tollero, non capisco...

696 0

Cara Iena,
ho abbondanti 30 anni sono insieme al mio ragazzo da 8. Un rapporto pazzesco fatto di crescita, di ostacoli enormi superati, di una vita insieme fatta anche di grandi sacrifici, ci adoriamo, una buona intesa sessuale, oggi come oggi abbiamo anche un buon tenore di vita e due ottimi lavori. Insomma sembrerebbe una figata… ma lo è? non siamo mai stati fedeli l’uno a l’altro (fisicamente parlando), ma io non ne ho mai fatto mistero, lui invece si è finto morigerato fino a circa un annetto fa quando è caduta la copertura….mi sono detto in fondo è l’uomo della tua vita, tu lo sei per lui, vai avanti. Beh la verità è che non ce la faccio. So bene che sto per dire una cosa da cretino egoista, ma non ce la faccio a sopportare ancora l’idea che se usciamo separati magari lui se ne sta da qualche parte con qualcun’altro a farsi far chissà che. Poi il fatto che lui sia passivo mi crea ancora più problemi. voglio dire per me essere passivo vuol dire darsi completamente, quindi se va con altri si da completamente ad altri. Tu dirai: ma che vuoi tu che cornifichi come lui? hai ragione, ma non so che dirti non ce la faccio a tollerare la situazione. Sono disperato non so che fare!
Inutile io ti dica che i nostri incontri a letto si son fatti da un po’ un tantino noiosi e ripetitivi, senza un minimo di inventiva. Ora mi chiedo il prossimo passo qual’è? farlo in tre quattro cinque….? non so che cazzo fare!!! quello che c’è stato tra noi è una cosa enorme, che sono sicuro non riuscirò a ricostruire con qualcun altro… questo nuovo status mi fa chiedere sempre più spesso se lo amo ancora. Ma mi trovo sempre più frequentemente a immaginarmi una vita senza di lui… dammi una riposta, ho bisogno di sapere che ne pensa uno come te che vede le cose obbiettivamente e senza pregiudizi di sorta. Grazie per le tue lettere sempre sincere e sempre esaurienti, ma soprattutto sincere (adoro chi quando non sa dice non so e quando sa non se ne vanta).
Grazie jena!
ciao fa’
ps: ho sempre adorato i tuoi servizi a “le jene”!

Caro trentenne (abbondantemente passati?…) potrei iniziare questa risposta con una banalità tipo “chi la fa l’aspetti”, ma non mi sembra il caso…
Nella tua lettera in due occasioni anticipi quello che io ti avrei detto. Per la precisione quando (cito le tue parole così non si potrà dire che ti offendo…) ti dai del cretino egoista. Magari io non avrei detto cretino ma egoista sicuramente si!! La seconda cosa che pensavi ti avrei domandato (ed effettivamente faccio…) era: “ma tu che vuoi che lo cornifichi da prima di lui!?” hai ragione da vendere. E’ una domanda che mi e ti faccio. Mi dispiace molto, mio caro, ma la tua lettera, per come la penso io rasenta la follia. Mi spiego. Io, come avrai avuto modo di leggere in passato, non accetto, non tollero, non capisco le cosiddette “coppie aperte”. Quindi ti ringrazio tantissimo dei complimenti e di aver pensato a me per un consiglio, ma non credo di essere assolutamente la persona adatta, se ti aspetti comprensione, non vorrei addirittura complicare la situazione. Già all’inizio della tua lettera trovo un “concetto” che non capisco, o meglio capisco, ma non condivido.
Mi confidi che non siete mai stati fedeli l’uno all’altro “fisicamente parlando”.
Devo dedurre che per te il vero tradimento è quello col pensiero. E che vuol dire? guardare e non toccare? mah…poco credibile la differenziazione per me. Ma mi sembra di capire anche per te…. eh si, caro perché fino a che a tradire eri solo tu, tutto andava bene (chiamala coppia felice…), quando hai capito che anche lui praticava lo stesso sport …voilà!! ecco che iniziano i problemi. Non mi sembra molto logico, ma il mondo è bello perché è vario si dice, no? ora però addirittura arrivi a ipotizzare la fine del rapporto perché LUI si prende delle libertà che, ripeto, tu già ti prendevi!! Ma allora scusa, l’amore che dichiaravi di provare per lui dov’è andato a finire? è mai esistito? una risposta la tento di dare anch’io, se permetti.
Penso che tu lo ami, amico mio. Anche tu sei un umano! Credo che sia molto, ma molto difficile vivere bene un rapporto aperto, in società con altri quando si ama una persona. Al di là del tuo egoismo (allucinante!) ti eri creato “un equilibrio” tutto tuo! ed in questo status ti eri ritagliato uno spazio anche per l’amore, discutibile, forse (dico forse) superficiale, ma per te veritiero. Come si fa a dividere questa passione con altri? io proprio non ci riuscirei. Forse questa mia voglia “d’esclusiva” è da attribuirsi a mie insicurezze, a mie incertezze, non lo so! so solo che se uno sta con me deve stare con me punto e basta! L’unica cosa che vorrei aggiungere è sul fatto che i suoi tradimenti, essendo passivo, ti risultino più gravi, più “seri” dei tuoi. Non credo proprio che un ruolo sessuale sia un’aggravante!
Se sei veramente innamorato di questa persona, prima di buttare via tutto parlate.
Raccontali del tuo disagio, del dolore che questa cosa ti provoca, ricordali che tu sei stato sempre sincero e chiedi una tregua bilaterale: dedicatevi in esclusiva l’uno a l’altro. Fa tanto trasgressione!!
Non so se la mia risposta ti sembrerà priva di pregiudizi, sincera però te lo assicuro.
Fabio

di Fabio Canino

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...