UNA NUOVA VITA TRANS

di

Carmen si prostituisce per procurarsi gli ormoni: "tutto è cominciato per gioco, ma cosa accadrà quando tutti conosceranno la mia vera identità?". E la jena risponde con le...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Cara Iena,

mi chiamo Carmen è faccio la vita per procurarmi gli ormoni necessari a cominciare una nuova vita da trans. Tutto è cominciato un giorno per gioco e non sono più riuscito a smettere dopo diverse lusinghe ricevute sul mio corpo pur non avendo ancora mai visto un ormone. Voglio fare il salto ma mi sento male al pensiero che un giorno tutto verrà fuori. Come la prenderanno tutti quelli che mi conoscono e che non hanno mai saputo niente?

Baci

Carmen

Carissima Carmen, grazie per aver scritto a "Lettere alla Jena". Devo dire che ho sempre avuto molto rispetto delle persone come te che iniziano un percorso sicuramente non facile e doloroso. Credo che non sia facile prendere una decisione (irreversibile) di tale portata. Soprattutto quando per arrivare all’obbiettivo prestabilito, si è costretti a "fare la vita" come unico modo per tirar su i tantissimi soldi necessari. Userò la tua lettera, vista la brevità, per rispondere anche alle altre che mi hanno scritto sottoponendomi lo stesso tipo di problema. Di solito le lettere che parlano di transessualità hanno, perlomeno, una cosa in comune: la sicurezza di aver scelto l’unica soluzione possibile. Il sentirsi donna passa avanti a tutti gli inevitabili problemi che ci sono e che si creeranno. La certezza, fin da bambini, di "essere in un corpo non del tutto mio, un corpo che mi faceva piangere ogni volta che mi ritrovavo nuda davanti allo specchio" come dice Laura da Trapani.

Quello che mi lascia, per la verità, un pò perplesso riguardo la tua storia è come me la presenti. Spero che sia solo per la brevità della tua lettera ma ci sono dei punti un po’ da chiarire. Dici che tutto è iniziato per gioco.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...