AMARSI A NEW YORK

di

Il successo delle storie di Eric e Joey, una specie di 'Friends' versione gay a fumetti. Ecco le immagini, aspettando che qualche giornale italiano segua l'esempio di quelli...

762 0

NEW YORK. Dal 1996 fa furore in America "A couple of guys", la striscia che racconta la vita di due ragazzi gay di New York. Ne sono protagonisti Eric Parker e Joey Romelli con amici e parenti. Il segreto del suo successo sta nell’ottica umoristica con cui l’autore, Dave Brousseau, guarda la vita gay e lesbica e la natura universale dell’amore e dell’amicizia. I personaggi non sono ispirati a persone esistenti, ma molte delle situazioni che si presentano nel fumetto riflettono esperienze vissute da Dave e dai suoi amici.

In soli 5 anni la striscia ha raggiunto la pubblicazione su oltre 25 giornali negli Stati Uniti ed è disponibile per pubblicazioni estere. Dal Gennaio 1999, "A couple of guys" è diventato la prima striscia gay nazionale a colori.

Dave ci presenta i personaggi in maniera molto dettagliata: niente è lasciato al caso e dopo qualche striscia ci si ritrova a conoscerli tutti intimamente, come in una serie televisiva. Forse è proprio questo il segreto del successo di Couple: ti fa affezionare ai protagonisti, alle loro vicende, molto umane e divertenti, tipiche della vita caotica e stramba della Grande Mela. C’è Eric Parker, originario dell’Ohio che si trasferisce a New York nel 1994 per sfondare come attore. Passa le giornate a guardare le soap operas in TV e la sera recita in uno spettacolo Off-Broadway, "Fun with Dick and James". Ha una sorella, Mary Ann, e un fratello minore, Andy, che vive ancora in Ohio. È un ragazzo emotivo, leale ed un vero amico per Joey, nonché un amante appassionato. Joey, il suo ragazzo appunto, è cresciuto a Brooklyn ed è un agente di polizia di New York dal 1992. Ha incontrato Eric quando, con il suo collega Lou, lo ha trovato disteso sul marciapiedi vittima di un’aggressione.

Joey è alto, muscoloso, smaliziato e anche molto colto. Ama fare i cruciverba e cucinare nel tempo libero. Ascolta il jazz, adora il gelato, i quiz in Tv, e vestirsi di pelle ("Niente di estremo, solo il look, sai?")

La sorella di Eric, Mary Ann Parker Dinkleman, era la protagonista – con il marito Marty – del primo fumetto di Dave. Entrambi sono stati trasportati nello Spin-Off di "A couple of Guys". Lei e Marty stanno a N.Y. e hanno una bambina piccola, April Emily. Ha un carattere abbastanza pungente e tende a fare da chioccia al fratello e a tutti gli amici.

Marty illumina New York con il suo caustico sense of humour dai microfoni della WSKK 98.7 FM e in qualità di cognato-di-un-ragazzo-gay-con-una-relazione-fissa si considera "l’ultimo eterosessuale di Manhattan". È costantemente preoccupato che la piccola April possa ereditare il "gene gay" dello zio Eric, che insieme a Joey si occupa spesso della bimba.

Non poteva mancare un parrucchiere, nella persona di David Gersh, il miglior amico di Eric. Proprietario della "David’s Coiffeteria", è sieropositivo dal 1994. vive in un magnifico appartamento su Central Park con Matisse, il suo cane, e il suo ragazzo Miguel. Matisse non è un cane comune: come tutti i protagonisti della striscia, ha una caratterizzazione decisamente ‘particolare’: è gay e decisamente sarcastico. Presente anche una coppia lesbica, formata da Sue, professoressa di inglese e dalla sua ragazza Simone. Sue è relativamente nuova alla vita omosessuale: sposata per anni ad un suo collega ora vive con Simone, artista di colore, nell’appartamento di fronte a quello dei ragazzi.

Le strisce sono vivide e calde e in sei vignette raccontano un episodio di solito autoconclusivo, una specie di "Friends" versione gay. Ci auguriamo che qualche editore le porti in Italia per il pubblico nostrano dandoci l’opportunità di seguire le avventure di Eric e Co.

di Lily Ayo

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...