ANTOLOGIA DEL GAY COMICS

di

Il fumetto made in Italy sugli amori omosex trova spazio in racolte preziose come Frammenti. Storie di Marco Albiero, Zel, Andrea Maddalena e Aru(K) tra gli altri.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3693 0

Negli ultimi anni il panorama editoriale italiano ha assistito ad un proliferare senza precedenti di pubblicazioni a fumetti a tematica gay. Inizialmente sulla scia delle produzioni giapponesi omoerotiche (i famosi shonen ai), questa "new wave" di produzioni che strizzano l’ occhio alle tematiche omosessuali ha iniziato a differenziarsi e a proporre opere (sia italiane che straniere) meno vincolate a stili già codificati. Probabilmente questo è dovuto al fatto che, ultimamente, hanno iniziato a farsi avanti diversi autori che non hanno nel panorama nipponico il loro unico riferimento, e a quanto pare vogliono puntare su una più eterogenea varietà di stili e contenuti. Ovviamente in Italia non abbiamo ancora riviste di fumetti gay vere e proprie ( a parte l’ esperimento di Happy Boys , dal cui esito in edicola dipenderanno molte iniziative future ), quindi per verificare questo stato di cose le antologie come Frammenti sono estremamente gradite.

Abbiamo più volte parlato della collana BOY + BOY della Echo Communication, che ormai da due anni ospita varie autrici ormai celebri nel panorama dello "shonen ai all’ italiana", e che recentemente ha dato spazio anche ad autori dallo sile decisamente più variegato, come ad esempio Roy Klang e il suo Dick Master (clicca qui). Con Frammenti si prosegue il discorso iniziato con Gocce (clicca qui), ovvero si affiancano autori e stili anche molto diversi per offrire una visione più ampia di quello che promette il fumetto gay in Italia.

Marco Albiero (col suo stile inconfondibilmente nippofilo) ci offre le battute conclusive della sua miniserie WOW!, iniziata sul magazine Cut for G(clicca qui), dove la relazione fra i due protagonisti (Etienne e Jerome) viene messa a dura prova da alcuni drammatici eventi che la porteranno verso un’ inaspettata resa dei conti.

Laura Carboni (meglio conosciuta come Zel) ne "L’anima gemella" ci descrive i surreali imprevisti a cui può andare incontro un demonio allupato e bramoso di anime quando si ritrova a rimorchiare qualcuno di decisamente più "angelico" in un locale gay.

Andrea Maddalena in "Vacanza con sorpresa" propone un interessante e ironica riflessione sulle sorprese che può riservare un giro turistico sull’ isola greca di Delos, soprattutto se nei paraggi si trova un marinaio ellenico particolarmente bendisposto nei confronti dei turisti, in particolare verso quelli che si portano appresso un bel cellulare…

Il sottoscritto Valeriano Elfodiluce, ha pensato di dividere col pubblico una storiellina a sfondo storico-fantasy, incentrata sulle disavventure erotiche di un giovane contadino sassone alle prese con un prestante guerriero vichingo che si ritrova, esausto, proprio sull’ uscio della sua capanna… Questa storia,  dal titolo simbolico "Lord of the Springs" dovrebbe funzionare solo da prologo per un progetto di più ampio respiro di prossima pubblicazione…

"Condanna" di Aru(K) e Adriano Barone illustra un metafisico scorcio della vita incestuosa di una famiglia di vampiri leather e sadomaso mentre, in conclusione, Flavia Confaloni ci delizia con un inedito portfolio di illustrazioni realizzate con uno stile nipponico un po’ retrò ma estremamente gradevole.

Sicuramente Frammenti rappresenta un momento di riflessione sulle potenzialità del fumetto gay in Italia, anche se obbiettivamente le pubblicazioni antologiche non permettono di valorizzare più di tanto i singoli autori.

Nonostante la collana BOY + BOY sia nata prendendo spunto dallo shonen ai giapponese (non a caso era inizialmente curata da Veruska Sabucco, autrice di un saggio sul tema), nel corso del tempo si è dimostrata un’ iniziativa degna di nota sotto vari punti di vista ed è stata la prima pubblicazione non amatoriale del nostro paese dedicata quasi esclusivamente ai fumetti gay made in Italy.

Attualmente il futuro di questa iniziativa pare un po’ più nebuloso del dovuto, anche a causa della scarsa visibilità presso il circuito fumettistico ufficiale e ai riscontri altalenanti di un pubblico non sempre in grado di reperire i volumetti di suo interesse.

D’ altra parte il fumetto gay in Italia (soprattutto quello autoctono) è ancora agli inizi e il suo pubblico (potenzialmente vasto) è ancora tutto da costruire.

Staremo a vedere cosa ci riserverà questo 2004 pieno di premesse (e promesse) interessanti.

Abbiamo parlato di:
Titolo: "Frammenti"
Editore: Echo Communication
e-mail: info@echoteam.it
Costo: € 6,50

Reperibile nelle librerie gay, nelle migliori fumetterie, presso l’editore e su Cleptomania (clicca qui).

di Valeriano Elfodiluce

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...