Arriva AquaRomae, Torneo Internazionale di Nuoto GLBT

di

Dal 16 al 18 ottobre prossimo, le piscine del Foro Italico torneranno a rianimarsi grazie al 2° Torneo Internazionale di Nuoto GLBT, con nuotatori gay provenienti da tutto...

732 0

Per la seconda volta la bandiera arcobaleno, storico simbolo internazionale della liberazione di gay lesbiche e trans, si specchierà nell’acqua della piscina del Foro Italico, a Roma.

Dopo i mondiali di ROMA09, lo stesso impianto ospiterà il torneo AquaRomae, con atleti e atlete omosessuali da tutta Europa che sfideranno le squadre di nuoto master romane. E’ la rivincita dell’amore, della libertà e del rispetto sull’odio e sull’ignoranza.

Una gara contro la violenza e l’omofobia, nei giorni della discussione alla Camera della legge sull’omofobia. La strana coincidenza rivela una triste verità: negli ultimi mesi a Roma e nel resto d’Italia sono aumentati gli episodi di violenza e di intolleranza verso gay, lesbiche e trans. Nello sport, come nella vita, le persone gay, lesbiche e trans chiedono di esistere e di essere riconosciute e giudicate per le loro capacità. Oggi, sempre più spesso, hanno una faccia e un nome e non si vergognano di essere se stesse nella vita di ogni giorno, ma hanno ancora molte difficoltà e si scontrano contro il pregiudizio.

Alle Olimpiadi di Pechino, il tuffatore australiano Matthew Mitcham, l’unico dichiaratamente gay, è stato censurato quando ha ringraziato il suo compagno: le immagini ufficiali sono state cancellate. L’arbitro di calcio turco Halil Ibrahim Dincdag è stato allontanato dalla federazione nazionale appena si è saputo pubblicamente della sua omosessualità. Eudy Simelane, calciatrice della nazionale sudafricana, è stata violentata e uccisa perché lesbica.

Le organizzazioni come il FARE (Football Against Racism in Europe) e l’EGLSF (European Gay & Lesbian Sport Federation) si occupano di impegnare le federazioni sportive nazionali in progetti contro il razzismo, il bullismo e l’omofobia. Lo sport ufficiale, purtroppo, rimane spesso in silenzio.

Il Gruppo Pesce è l’unica squadra sportiva italiana, ufficialmente iscritta ad una federazione sportiva, ad ospitare atleti apertamente gay e lesbiche e a fare della propria attività sportiva un messaggio di solidarietà e di speranza per quanti non riescono a vivere serenamente perché hanno paura che la propria omosessualità, se scoperta, possa portare ad uno stigma sociale da parte del mondo sportivo e della società in generale.

Con la sua ’diversità’, il torneo porterà di nuovo al Foro Italico il nuoto sincronizzato maschile, con ‘SyncDifferent’, il gruppo di nuoto sincronizzato creato in seno al Gruppo Pesce – il gruppo di nuotatori gay nato a Milano nel 1989 – con un obbiettivo ambizioso: ottenere l’inserimento del nuoto sincronizzato maschile tra le specialità olimpiche ufficiali.

Il progetto è patrocinato dal Comune di Roma, dalla Provincia di Roma e dalla Regione Lazio. Madrina dell’evento l’On. Anna Paola Concia, relatrice del disegno di legge sull’omofobia attualmente in discussione alla Camera, unica lesbica dichiarata in Parlamento e persona sempre impegnata nelle battaglie per i diritti di gay, lesbiche e transessuali.

AquaRomae porterà una pacifica invasione di gay e lesbiche sportivi da tutta Europa, nel fine settimana da venerdì 16 a domenica 18 ottobre 2009!

Questo il programma ufficiale dei 3 giorni:

Venerdì 16 – ORE 17: ComingOut pub, via S. Giovanni in Laterano, 8, di fronte al Colosseo:apertura ufficiale del torneo

Sabato 17 ORE 9: Foro Italico, piscina dei mosaici: torneo AQUAROMAE e saluto dell’On. Paola Concia e altri rappresentanti istituzionali. ORE 14: Conclusione della competizione sportiva e premiazioni. ORE 19: Cappella Orsini: esibizione coro Roma Rainbow Choir con aperitivo ORE 23: Galleria de’ Serpenti: AquaRomae dance party

Leggi   Legami tra il PD e i fondamentalisti omofobi di ProVita? I dubbi da risolvere

Domenica 18 ORE 11: Convoglia Restaurant, via Giolitti 32: brunch e premiazione delle squadre vincitrici. ORE 14,30: Uno sguardo diverso: visita guidata ai segreti della Città Eterna.

Per info e contatti: tel. 380.7118891 – 349.4777589

di Federico Boni

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...