“Bandiera Rosa”: tutta la geniale follia di Mario Mieli

di

Un libro sceneggiatura liberamente ispirato alla figura dell'intellettuale milanese sarà presentato presso la Libreria del Cinema di Roma. Presenti, gli autori Mariano Lamberti e Riccardo Pechini.

894 0

Verrà presenata martedì 30 giugno, alla Libreria del Cinema di via Fienaroli a Roma, "Bandiera rosa", la sceneggiatura ispirata alla figura di Mario Mieli. L’opera, curata da Mariano Lamberti e Riccardo Pechini per Arduino Sacco Editore, disegna, liberamente, i tratti distintivi di un uomo  un intellettuale che hanno svolto un ruolo determinante nella storia del movimento lgbt italiano. 

"Matto, genio, provocatore, Mieli era capace di riunire in sé con sconcertante naturalezza elementi apparentemente contrastanti  – scrivono gli autori – (la disarmante intelligenza e la provocazione estrema, l’acuta visione politica e la sfrenata utopia, il raffinato intellettuale ed il clown…), sublimandoli in una sorta di disordine lucido e programmatico che mirava a liberare dalle catene di una società repressiva non solo le minoranze esplicitamente oppresse, come quella omosessuale, ma anche le classi lavoratrici  e subalterne tutte,  arrivando a teorizzare (sperimentandolo sulla propria pelle) un vero e  proprio percorso di liberazione dell’Uomo".

Alla presentazione, il cui inizio è previsto per le 19.30, insieme agli autori interverranno Francesco Gnerre e Ivan Cotroneo, mentre Arturo Cirillo leggerà alcuni brani del libro.

Leggi   Dimitri Cocciuti: "Dopo un coming out disastroso ho scritto un romanzo"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...