DECOLLA IL FUMETTO GAY!

di

Da Lucca Comics una sorpresa: la produzione a tematica omo è ricca in quantità e qualità. Lo sapevate? Beh, i produttori no, ma si stanno convincendo. E sfornano...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Lucca Comics, ovvero la rassegna fumettistica più rinomata d’ Italia, quest’anno potrebbe rappresentare decisamente un punto di svolta per quel che riguarda i fumetti gay nel nostro paese.

Sicuramente i tempi stanno cambiando rapidamente ed è fuor di dubbio che una maggiore apertura mentale inizia a dare maggior libertà a chi vuole proporre intrattenimento con tematiche omosessuali, ma la quantità e la qualità dei prodotti che stanno per arrivare in edicola, fumetteria e videoteca potrebbe anche superare le aspettative.

Cominciamo subito parlando del catalogo Kappa Edizioni, la casa editrice che forse per prima ha osato proporre certi argomenti in maniera non banale. Dopo il successo dei volumi di De Giovanni e Accardi (clicca qui), peraltro disponibili in cofanetto su Cleptomania (clicca qui), e dopo aver importato il manga shonen ai Kizuna (clicca qui), questo editore decisamente originale (e coraggioso) si appresta a lanciare dei titoli molto interessanti. Per prima cosa ha intenzione di potenziare il settore shonen ai, e nelle intenzioni inaugurerà addirittura una collana antologica mensile tutta dedicata a questo genere! I primi titoli, oltre al già citato Kizuna saranno Wild Rock di Kazusa Takashima (ambientato nella preistoria) e Punch Drunk Babies di Reiichi Hiro (a sfondo pugilistico-culinario), ma sono già annunciate le opere di autrici di spicco come Keiko Konno, Row Takakura e Haruka Minami… In parole povere una vera e propria invasione di fumetti a sfondo omoerotico con gli occhi a mandorla.

Sul versante made in Italy, invece, Kappa Edizioni si farà ancora più audace e inizierà a proporre quello che potrebbe essere il fumetto più rivoluzionario e trasgressivo della storia, ovvero “Le amiche giuste“. Forse qualcuno di voi conoscerà il cartone delle Powerpuffgirls, meglio note in Italia come “Le Superchicche“, ovvero quel cartone dalla grafica molto stilizzata e “anni ’60” con protagoniste tre bambine-supereroine dotate di poteri eccezionali… Ebbene, “Le amiche giuste” ne riprendono i soggetti demenziali e le trovate kitch ampliandole a dismisura, ma in versione gay-friendly. Basti pensare che Giustissima, Scikkissima e Avantissima (questi i loro nomi) sono le “paladine del buon gusto”, e quando svestono i loro panni glitterati sono semplicemente… tre ragazzini (maschi!) molto trendy di quinta elementare!!! La loro prima apparizione è avvenuta sull’ antologia Jet Lag 2003 (presto la recensione su queste pagine), ma sono già in progetto una serie regolare, gadget, animazioni e quant’altro: ovviamente potete stare certi che vi terremo prontamente aggiornati su tutto quanto ruota attorno a questo particolarissimo progetto.

Un’altra casa editrice di cui probabilmente risentirete parlare presto è la Coniglio Editore, da oltre un decennio responsabile della rivista erotica Blue (clicca qui) e più recentemente di Scuola di fumetto (clicca qui). Questa volta propone, per la prima volta nelle edicole italiane, un’ antologia interamente dedicata ai fumetti gay e lesbici. Il titolo è Happy Boys, e dovrebbe essere in circolazione già verso la fine di novembre.

Al suo interno sono presenti autori del calibro di Howard Cruse (clicca qui) e Roberta Gregory (clicca qui ), nonchè fumetti totalmente inediti in Italia come i Chelsea Boys (clicca qui). Completeranno il tutto racconti di scrittori come Alejandro Torreguitart e articoli di approfondimento del sottoscritto Valeriano Elfodiluce (per altro curatore di buona parte dell’iniziativa). La cosa straordinaria, tuttavia, è che l’editore è rimasto talmente colpito dall’inaspettata qualità del mondo dei fumetti gay che, nel caso Happy Boys avesse successo, potrebbe addirittura trasformarla in una rivista mensile! Quindi, se volete che in Italia trovino finalmente spazio i fumetti gay, spargete la voce più che potete.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...