Figli, genitori, fratelli… ‘diversi’

di

Situazioni sempre meno ai margini, che rappresentano altrettanti segnali di una società che cambia e che va spronata ad andare avanti e ad accettare le diversità. In teatro.

774 0

Dopo il grande successo di alcuni mesi fa, torna in scena a Roma Il Pedone Rosso: su una grande scacchiera giovani attori sono pronti per la partita del Bianco e del Nero, ma un giorno la Regina Bianca fugge e nessuna partita può essere più giocata. I pezzi si annoiano, gioiscono, si infuriano, finché la Regina Bianca torna, portando però con sé un figlio, un "Pedoncino Rosso", che vuole integrare nel gioco. Gli altri sembrano accettarlo ma in realtà lo emargineranno in modo subdolo. Una delicata metafora, grazie all’utilizzo delle regole rigide degli scacchi, che mostra ai giovani i pericoli nascosti dietro ogni discriminazione e la necessità di una generale integrazione tra ragazzi di ogni genere.

In Mama affaire si racconta invece la storia di un’altra maternità fuori dagli schemi: Alma vive a Barcellona ed è amica di Ricardo e Antonio, coppia gay che ha deciso di sposarsi. Ricardo vuole anche un bambino e chiede ad Alma di partorirlo per loro e permettergli di avere tre genitori. Non convinta, Alma ne parla con l’amica Rosita, che, spinta da un desiderio improvviso di maternità, decide di tentare ma deve fare i conti con il proprio ragazzo. Tra portiere e attori di fotoromanzi, che sembrano personaggi dei fumetti e fanno emergere i "diversi" più normali di quanto si possa immaginare, in una Barcellona caliente ma rispettosa verso i gay, lo spettacolo vuole "rivendicare un’identità, più che manifestando, vivendola nella vita di ogni giorno, nel desiderio di avere una famiglia, per quanto alterata nelle sue componenti".

Arriva nella Capitale anche la Compagnia dei Giovani, associazione culturale catanese che raccoglie giovani provenienti dai quartieri più disagiati della città, con Il sapore delle rose, di Salvo Valentino, sul tema della violenza minorile e dell’incesto, trattati sempre in maniera delicata e senza mai eccedere. Dario è un giovane che porta dentro di sé ferite terribili: le violenze subite da piccolo riaffiorano attraverso una serie di flashback e ogni avvenimento presente affonda le radici in quel triste passato. Anche l’amore incestuoso per il fratello Dani trova lì la sua origine, con una sua raziocinante evoluzione, costruita minuziosamente da entrambi, bravissimi nel celare agli altri il loro segreto.

Infine, un omaggio obbligato a due grandi intellettuali del nostro Novecento: Le Ceneri di Gramsci, da una raccolta di undici poemetti di Pier Paolo Pasolini, che svelano il suo sentirsi in qualche modo fratello del grande comunista morto in prigione sotto il fascismo. Un incontro austero tra due realtà lontane ma accomunate dall’attrazione per la vita proletaria, per la sua natura, coscienza, allegria. Ma anche un incontro tra due artisti di oggi, il coreografo Virgilio Sieni e l’attore Sandro Lombardi: un dialogo tra danza e parola, azione e movimento, pensieri e figure, poesia e politica, ambientato nel Cimitero degli Inglesi a Roma, davanti alla tomba di Gramsci. «C’è sempre – spiega Sandro Lombardi – una forte attrazione fra persone diverse. Per me la cosa straordinaria di Pasolini è quella di aver intrecciato, come Testori, la politica con la sessualità, il cristianesimo con l’eros, soprattutto omosessuale».

Laboratorio Piero Gabrielli presenta

IL PEDONE ROSSO

di Alessandro Berti, Giuseppe Manfridi, Attilio Marangon

adattamento di Attilio Marangon

regia Roberto Gandini

Teatro India

Lungotevere dei Papareschi, 1 – Roma

fino al 29 marzo

Teatro Biblioteca Quarticciolo

Via Ostuni, 8 – Roma

tel. 0698951725

30 e 31 marzo 2009

MAMA AFFAIRE

di Gabriele Carbotti

regia Gianni Quinto

Teatro Petrolini

Via Rubattino, 5 – Roma

tel. 065757488

www.anticameradelvento.com

fino al 29 Marzo 2009

Compagnia dei giovani presenta

IL SAPORE DELLE ROSE

scritto e diretto da Salvo Valentino.

Metateatro

Via Natale Del Grande, 21 – Roma

uff. stampa: Siana Vanella – tel.339.1994728

dal 1 al 5 aprile

LE CENERI DI GRAMSCI

di Pier Paolo Pasolini

ideato e interpretato da Sandro Lombardi e Virgilio Sieni

Teatro India

Lungotevere dei Papareschi 1, Roma

dall’1 all’8 aprile 2009

 

di Flavio Mazzini

Leggi   Legami tra il PD e i fondamentalisti omofobi di ProVita? I dubbi da risolvere
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...