FINOCCHI DI CARTA

di

Costumi colorati, ritmo travolgente e quintali di ironia: l'imperdibile show di Ennio Marchetto, star internazionale che sarà ospite alla settimana gay di Pollina del 21-28 settembre.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


PISA – Quando si dice che il genio italiano viene apprezzato più all’estero… Ennio Marchetto è una vera star internazionale, conosciuto al livello di Elton John, José Carreras, o le Spice Girls. Eppure non è così facile vederlo in Italia, anche a causa dei suoi tanti impegni internazionali (ora è impegnato al Geffen Playhouse di Los Angeles ed al Margrit Biever Mondavi Theatre nella Napa Valley). Ma, attenzione: coloro che parteciperanno alla settimana gay organizzata da Alternative Holidays e Out Travel a Pollina, vicino a Palermo, dal 21 al 28 settembre, potranno godere della compagnia – e dello spettacolo – di Ennio Marchetto. La sera di lunedì 22, infatti, Ennio si esibirà per le centinaia di ospiti internazionali – tutti gay! – del Villaggio Valtur di Pollina.

Si tratta di un’occasione unica per godere in maniera inconsueta dell’incredibile arte comica di Ennio Marchetto, che ricostruisce, con costumi di carta e colori sgargianti, decine di personaggi illustri del mondo dello spettacolo, della cultura e della musica, tra cui tantissime icone gay. Da Marylin a Boy George, da Barbra Streisand a Madonna, da Amanda Lear a Nilla Pizzi, Ennio si diverte a ironizzare sui tic e sui difetti dei mostri sacri che ciascuno di noi ha nel cuore (o sullo stomaco…) in uno show ricco di ritmo e musica, nel quale uno degli ingredienti più importanti sono i costumi realizzati in collaborazione col fido Sosthen Hennekam.

«Ogni personaggio nasce da tanti disegni – afferma Ennio – E’ un processo continuo, disegniamo sempre, specialmente durante le attese negli aereoporti. Delle volte bastano pochi schizzi e un po’ di discussioni per creare qualcosa di nuovo, altre volte ci vogliono mesi prima che un disegno diventi un costume. I costumi devono essere non solo belli, ma anche durare e funzionare perfettamente in modo che siano facili da indossare».

La carriera di Ennio comincia quando nel 1988 vince il 4° concorso per nuovi comici “La Zanzara d’Oro”, ma è nel 1990, con la partecipazione al Fringe Festival di Edimburgo, che conquista i più severi critici inglesi e lo show diventa subito un cult. Da allora, inizia la carriera di star internazionale sui palcoscenici di tutto il mondo: si è esibito più volte al West-End di Londra, dove ottiene una nomination al “Laurence Olivier Award” per il miglior spettacolo comico dell’ anno, al MTV Music Awards a Berlino del ’95, a Parigi, in Olanda. Nel 1999, debutta a New York nel teatro off-Broadway “Second Stage” dove riceve la nomination “Desk Award” come “Unique Theatrical experience”. Lo spettacolo continua al Theatre on the Square a San Francisco ed al Geffen Playhouse di Los Angeles.

Nel 2002 si esibisce al Ciak di Milano, al Parioli di Roma, all’ Arena Del Sole di Bologna. In Luglio ad una festa privata su una nave da crociera assieme ad Elton John e José Carreras per poi conquistare il pubblico Spagnolo al teatro Capitol di Barcellona dove lo show rimane in cartellone per 2 mesi.

Il 2003 vede Ennio in un lungo sell-out tour nel Regno Unito e Irlanda, poi per diversi mesi a Berlino e Amburgo. E una partecipazione alla trasmissione di Gianni Morandi su Rai Uno. E, ora, in una pausa della tournée internazionale, Ennio parteciperà come ospite d’onore alla settimana gay di Pollina. Occasione ghiotta…

Per informazioni e prenotazioni, clicca qui.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...