FUMETTI GAY IN ITALIA

di

Nuovi sviluppi in un panorama ancora tutto da inventare.

1719 0

Al volgere del millennio qual’è la situazione dei fumetti a tematica omosessuale in Italia? Negli ultimi anni quella che poteva considerarsi una passione per pochi estimatori ha iniziato a conquistarsi (grazie anche ai nuovi media) una piccola fetta di mercato, e facendo un primo bilancio non sono da escludere nuovi ed interessanti sviluppi a medio-lungo termine. A questo proposito è significativo ricordare che il 26 novembre scorso, nei locali della libreria Babele di Milano, si è tenuto un primo incontro di ampio respiro fra i rappresentanti del settore e un nutrito e partecipe pubblico, che letteralmente strabordava dalla sala (nella quale, peraltro, era allestita la prima esposizione “a tema” d’Italia, con tavole provenienti da ogni parte del mondo): si è trattato senza dubbio di un evento senza precedenti, e impensabile fino a pochi anni fa, che è servito a fare un primo punto della situazione.

Attualmente il mercato si divide in un settore amatoriale e autoprodotto (Cultur Club, YSAL, Zel Production, ecc…) e nei prodotti realizzati da case editrici avviate (Planet Manga, Star Comics, ecc…) che hanno iniziato a proporre questo materiale, vanno poi aggiunti quegli editori che puntano sugli autori e non sui generi (per esempio Mare Nero con König) e gli importatori di home-video animati dal Giappone (Yamato Video): tutto questo materiale per ora viene distribuito quasi esclusivamente nelle fumetterie o per corrispondenza, e in effetti questo non è del tutto positivo perchè esclude una buona fetta di pubblico potenziale. Peraltro è emerso che, se da una parte i dati di vendita finora non sono stati confortanti (tanto che dopo il “flop” di “New York New York” Planet Manga per ora ha gettato la spugna), è anche vero che molto spesso le ordinazioni del pubblico non vengono esaudite dai distributori: forse è eccessivo parlare di “boicottaggio”, ma è evidente che questi prodotti sono trattati con diffidenza anche da chi avrebbe interesse a promuoverli. E considerando la situazione non c’è da stupirsi: un manga casto come Dragon Ball è stato accusato di pedofilia, e la Star Comics (l’editore italiano, già “perseguitato” per aver pubblicato “Ken il guerriero” e “Sailor Moon”), ha deciso di non pubblicare più in Italia il manga gay “Kizuna”, preferendo cedere la “patata bollente” a Kappa Edizioni (che lo editerà da marzo). Nonostante ciò la situazione è in pieno fermento, e in edicola troviamo anche dei prodotti freschi e curati come “Hen” e “Family Compo” (che puntano su situazioni omosessuali, senza volgarità gratuite, con dolcezza e serenità) mentre nelle fumetterie sta per arrivare il seguito di “Pazzo di te” (a puntate su Mondo Naif), e Mare Nero ha appena tradotto in italiano un classico di Ralf König, “Il condom assassino”.

Nel frattempo le autrici di manga omoerotici made in Italy non stanno a guardare, e forti di uno zoccolo duro di lettori e lettrici proseguono il loro personale percorso, uscendo lentamente dalla clandestinità, grazie anche al passaparola via internet : questo mezzo sta anche permettendo un debutto che sarebbe difficile attraverso i canali tradizionali. E’ il caso di Semantica, che ha realizzato un sito per le sue opere (ispirate ai cicli narrativi di Anne Rice, l’autrice di “Intervista col vampiro”), che grazie al web hanno trovato un pubblico persino in Giappone.

Tuttavia dei veri e propri fumetti gay, su internet o altrove, si sono visti poco. Comunque le cose potrebbero cambiare : Veruska Sabucco, già autrice del saggio “Shonen-Ai” (Castelvecchi), sta progettando una collana antologica a fumetti (prodotta dall’editore di Pryde) dal titolo “Boy + Boy” che potrebbe dar voce a tutti quegli autori che finora non hanno potuto esprimersi altrove, mentre Mare Nero (che, oltre a König, traduce i volumi di “Strangers in Pradise”) ha da poco varato un mensile hard a tutto tondo (X-Comics) ed è disposta a valutare la possibilità di pubblicare anche storie hard gay, colmando così una storica lacuna del fumetto italiano.

Se siete interessati potete provare a spedire le fotocopie delle vostre tavole (allegando il soggetto della storia) ai seguenti indirizzi :

“Boy + Boy” c/o Echo Communication, Via San Nicolao 10, 20100 Milano

e-mail : sabucco@rdn.it

“X-Comics” c/o Mare Nero, Via Visso 12/14, 00156, Roma

e-mail : marenero.ed@flashnet.it

di Valeriano Elfodiluce

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...