Gay, in un batter d’occhio

di

Sesso, fantasmi e leggerezza nell'opera di un giovane fumettista portoghese. L'evoluzione dell'omoerotismo disegnato passa da storie a base di mostri e colpi di scena.

1038 0

Se si volesse scrivere una storia del fumetto omoerotico occidentale probabilmente bisognerebbe suddividerlo in alcune fasi fondamentali. La prima è iniziata intorno agli anni 50, quando questi prodotti erano semiclandestini ed erano venduti di contrabbando: in quel periodo non c’erano reali intenti contenutistici o narrativi, e spesso questi fumetti si presentavano come una serie di illustrazioni che descrivevano situazioni molto piccanti senza grandi pretese artistiche. Una seconda fase è iniziata alla fine degli anni 60, quando la legittimazione della comunità gay e della stampa ad essa dedicata ha offerto nuovi spazi per gli aspiranti fumettisti omoerotici, permettendogli anche di strutturare storie bene articolate (se non vere e proprie serie) e di differenziare i loro lavori in vari sottogeneri (dal comico all’avventuroso, passando dalla fantascienza alla satira politico-sociale). 

Purtroppo questa seconda fase è rimasta circoscritta a quelle nazioni in cui una stampa gay competente aveva effettivamente la possibilità di esprimersi al meglio e aveva a disposizione dei circuiti distributivi efficienti, e questo è uno dei motivi per cui in Italia il fumetto omoerotico è ancora una novità. In ogni caso alla fine degli anni 90 si è entrati in una nuova fase, che grazie a internet ha permesso la libera circolazione di fumetti e artisti omoerotici in tutto il mondo, creando una nuova generazione di fumettisti che ha potuto contare su stimoli e confronti impensabili fino a qualche anno prima. Questo fenomeno ha generato una rete internazionale di appassionati e sta conducendo il fumetto omoerotico verso un ulteriore fase, in cui gli autori cercano di integrare i risvolti erotici e sessuali dei loro lavori con dei contenuti più solidi e strutturati. 

E’ questo il caso del giovane fumettista portoghese Hvh, che da qualche anno ha iniziato a farsi conoscere per l’espressività dei suoi fumetti e delle sue illustrazioni. Attualmente ha all’attivo diverse collaborazioni con magazine gay americani (per i quali a creato il porno supereroe Link), un portfolio per la Class Comics, un libro di illustrazioni ispirate alle locandine dei classici del cinema (per l’editore Gmunder) e una raccolta di storie brevi pubblicate in Francia da H&O. Proprio quest’ultima, dal titolo En un clin d’œil (In un batter d’occhio), è un perfetto esempio dell’evoluzione del fumetto omoerotico negli ultimi anni. Con il suo tratto espressivo e sintetico (ispirato tanto ai cartoni americani quanto ai classici dell’illustrazione hard), Hvh racconta tre vicende molto hot "ai confini della realtà", in cui i vari protagonisti devono confrontarsi con i risvolti più inquietanti dei loro desideri, concludendo le loro avventure con dei colpi di scena decisamente spiazzanti. 

Le storie di Hvh, seppur nella loro leggerezza, indagano sul sesso e i suoi fantasmi (anche in senso letterale) puntando su inediti risvolti psicologici e lasciando il lettore a metà strada fra l’eccitato e il disorientato, spesso a rimuginare su quello che l’autore ha voluto veramente comunicare attraverso l’uso metaforico di fantasmi, poltergeist, autogrill infestati e motel posseduti da inquietanti presenze. Inoltre l’uso praticamente perfetto del colore, e l’ottima conoscenza del linguaggio del fumetto da parte di Hvh, contribuiscono a rendere queste storie decisamente belle a vedersi, a prescindere dalla loro lettura. Tanto per cambiare i fumetti di Hvh sono totalmente inediti in Italia, anche se – ironia della sorte – En un clin d’œil è stato stampato per i francesi della H&O da una tipografia italiana. Che sia di buon auspicio per i fumetti omoerotici nel nostro paese?

Abbiamo parlato di:

Leggi   Maria Antonietta: "Porto sul palco le poetesse che mi fanno compagnia quando mi sento sola"

Titolo: En un clin d’œil

Autore: Hvh

Editore: H&O

Costo: 6 €

Reperibile presso http://www.ho-editions.com/ o http://www.pierpourhom.it/

di Valeriano Elfodiluce

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...