GAY, NUDI PER RIBELLIONE

di

Inaugura a Milano la mostra di Rinaldo Hopf, artista internazionale che affronta la storia dirompente dell'identità queer. Immagini forti, che vi proponiamo in anteprima.

7853 0

Clicca qui per la galleria di foto
MILANO – La libreria Babele Galleria di Milano ospita, a partire da venerdì 3 giugno, una mostra di fotografie di Rinaldo Hopf, artista di fama internazionale autore di importanti servizi sul mondo queer.
Hopf, nato a Friburgo, in Germania, nel 1955, ha esposto le sue opere in Germania e Stati Uniti. Dopo aver studiato antropologia a Friburgo e San Francisco, ed aver conseguito una laurea a Brema, ha alvorato come visual artist a San Francisco e Parigi. Dal 1988 si divide tra berlino e New York, curando esposizioni che richiamano grande pubblico. Lo scorso anno ha presentato a Berlino, nel museo di cultura gay Schwules Museum la personale “Amore“, e i suoi “Golden Nudes” sono stati esposti alla Gallery Faubourg di Monaco. Quest’anno ha presentato a New York la mostra “Subversive” che sarà esposta dal 3 al 17 giugno a Milano.

Le fotografie ritraggono, in pose talvolte erotiche, artisti famosi e personaggi della scena Queer internazionale. L’artista pone davanti alla macchina fotografica differenti personalità, artisti, poeti, pop e porno star. Una selezione di questi lavori fotografici viene pubblicata per la prima volta in un catalogo.
Per i suoi lavori, Rinaldo Hopf utilizza tecniche quali la pittura, fotografia e installazioni. Si occupa generalmente dell’identità queer, storia, ribellione, bellezza e estasi.
Clicca qui per la galleria di foto

SUBVERSIV
fotografie di Rinaldo Hopf
http://www.rinaldohopf.com/

Vernissage il 3 giugno 2005 ore 18,00
Mostra dal 03/06/05 al 17/06/05 in orario di negozio (LUN. 14,00 -19,00 MAR-DOM 10,00 – 19,00)
Presso la
libreriababelegalleria
Via S.Nicolao, 10 – 20123 Milano
tel. +39 02 8691 5597 – fax +39 02 8691 0001
www.libreriababele.it
eventi@libreriababele.it
Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Salotto Culturale.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...