GIRATI, MASCHIO!

di

Nel libro " Maschi da dietro", Eleonora Del Vecchio esplora la storia del culo maschile, con opinioni illustri. E le foto di Giovanbattista Brambilla.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
1395 0
1395 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Clicca qui per la galleria di foto

Ci sono libri difficili da definire, di questo si potrebbe dire che è una piccola chicca, eccitante e impedibile. Parlo di "Maschi Da Dietro: il culo maschile, l’ascesa mediatica di un sex symbol negato" , di Eleonora del Vecchio, con bellissime foto di Giovanbattista Brambilla. Foto in bianco e nero di ragazzi presi di schiena, natiche in evidenza, sode, con la fessura esposta, o chiappe chiare e glabre, appena visibili dagli slip,schiene tatuate, muscoli e sguardi maliziosi.

Ma è il libro ad essere davvero interessante. E’ pubblicato da Mare Nero nella collana Minima Amoralia, costa 8 euro. L’autrice non è nuova ad interessanti e intelligenti "viaggi nel proibito": Eleonora Del Vecchio é scrittrice, sceneggiatrice e saggista, e nel 1996 pubblicò "Sex market"(Castelvecchi), di cui si parlò parecchio. Collabora stabilmente con la rivista Blue.

La sua storia "del culo" parte da lontano. Si domanda:"Poco virili le natiche? Sia dal punto di vista gay che etero esprimono forza e capacità amatorie e riproduttive:dai lombi di Giove ai glutei degli spogliarellisti, il fondoschiena dell’uomo è partito alla riconquista del mondo"

Attraverso brevi capitoli introdotti da allegre citazioni tratte da "La Culeide"("Fa ch’io dipinga un culo immalleabile, atlantico, pittorico ed atletico, classico, erculeo, magico, intoccabile, magnifico, simpatico e magnetico…") la Del Vecchio parte dalla rappresentazione artistica del culo maschile in alcune zone dell’Oriente e nell’antica Grecia, quando la natica maschile viene esaltata e raffigurata in tutta la sua potenza. Scrive infatti:" Un’ispirazione di tal forza deriva probabilmente dal fatto che nei giochi ginnici di Olimpia gli atleti si presentavano nudi, ed allora il corpo maschile venne rappresentato con il solo intento di mostrarne le forme e la bellezza"

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...