GIUGNO: NOVITA’ IN LIBRERIA

di

Da donna a donna, Morte per Aids, Santuari Mediterranei

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
632 0
632 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


RITA RASOMDa donna a donna. Amori e passioni di una donna che parla di donne, Bolzano, Stefania Gander editrice, 2001, pp. 81, Lire 18.000 stefaniagander@libero.it

Non tutto è chiaro in questo libro. La prosa scorre veloce seguendo una propria logica che a volte sfugge al lettore. Una specie di stream of consciousness caratterizzato dalla forte personalità dell’autrice che tutto dice e tutto avvolge in modo un po’ caotico dimenticandosi a volte del proprio interlocutore che rischia di perdersi in questa geminazione di parole, storie ed emozioni narrate tutte d’un fiato. Ma la voglia di comunicare è così prorompente che questi piccoli difetti si perdonano volentieri grazie alla forza della scrittura che trascina anche il più riluttante dei lettori fino all’ultima pagina. Perché Rita Rasom affascina: parla della vita e lo fa in un modo che è tutto suo. E la cosa che colpisce di più del suo stile è l’entusiasmo, forse non sempre consapevole, anche quando narra di abbandoni e parla di morte e di paure. Come dice l’editrice Stefania Gander nell’introduzione, definire questo libro omosessuale o lesbico sarebbe riduttivo: la Rasom parla sì di donne che amano altre donne ma il suo grosso merito è quello di far rientrare queste storie nel mondo di tutti raccontando di sentimenti e situazioni che tante ragazze della sua età provano indipendentemente dal proprio orientamento sessuale. Facciamo molti auguri alla giovane scrittrice e anche alla neonata casa editrice che promette altri titoli di argomento omosessuale femminile alquanto rari nel panorama editoriale odierno.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...