IL PIACERE DEI LIBRI. D’ESTATE.

di

Tanti titoli a tematica nelle librerie, per nutrire la voglia di leggere d'agosto. I racconti di Men on Men e Principesse Azzurre. Il saggio di Giartosio. Kavafis e...

1045 0

Evviva! Le librerie sono salve grazie ai giovani. Da una recente indagine risulta infatti che in Italia negli ultimi anni il numero dei lettori è aumentato con il contributo di giovani e giovanissimi appassionati alla lettura. Per chi desidera qualche consiglio “gayo” da consumare nella tranquillità delle vacanze, ecco alcuni titoli freschi di stampa.

Men on men 3: antologia di racconti gay, a cura di Daniele Scalise, p. 318, Mondadori, € 7,80. Una raccolta che è ormai diventata una consuetudine editoriale attesa da chi ama la lettura e non solo dai gay. Una bella occasione per conoscere una parte di letteratura italiana ormai tanto importante nel panorama culturale odierno. Questo terzo libro conferma le caratteristiche dei precedenti improntati alla qualità e perseguita con attenzione dal suo curatore. Scopriamo che scrive storie gay anche chi gay non è, come Giuseppe Casa, giovane siciliano ed eterosessuale, incuriosito dal mondo omo che rappresenta con molta verosimiglianza. Il libro contiene anche un’interessante contributo di Angelo Pezzana, storico fondatore del FUORI e attivista culturale e politico. La formula della raccolta è sempre la stessa: un breve ritratto dei narratori che in questo volume sono 11 e poi uno o due dei loro racconti migliori, 16 in tutto. Da non perdere!

Principesse azzurre 2: racconti d’amore e di vita di donne tra donne, a cura di Delia Vaccarello, p. 315, Mondadori, € 7,80. Dopo il successo del primo volume, per non scontentare l’altro lato del mondo omo, Mondadori dà seguito alla fortunata raccolta di storie lesbiche o semplicemente di storie fra donne che ci sembrano qualitativamente migliori di quelle maschili di Men on men 3. Sintomo di una letteratura ancora troppo poco indagata dagli editori italiani e che grazie a questa iniziativa potrà servire a segnalare nomi poco noti al pubblico. Alcune delle scrittrici qui presenti sono famose: Barbara Alberti, Lidia Ravera, Maria Rosa Cutrufelli, Margherita Giacobino e la stessa curatrice, Delia Vaccarello, ma altre sono delle vere sorprese che meritano attenzione. Il volume è corredato da una breve biografia delle autrici, di una bibliografia dell’editoria lesbica in Italia (ancora troppo breve) e di un elenco di siti web di interesse lesbo.

Tommaso Giartosio, Perché non possiamo non dirci. letteratura, omosessualità, mondo, p. 200, Feltrinelli, € 15,00. Ecco uno di quei libri che insieme a pochi altri in Italia si può considerare fondamentale per la comprensione del dibattito culturale odierno sull’omosessualità. Tommaso Giartosio è autore di romanzi, racconti e saggi ed è uno dei conduttori della bella trasmissione di Rai Radio Tre “Fahrenheit”. Qui si cimenta nell’analisi del mondo gay indagato nei suoi molteplici aspetti naturali, culturali, politici e letterari escogitando un modo antico e nuovissimo di esporre tesi e teorie sull’argomento. La formula del dialogo fra due interlocutori che attraverso domande e risposte espongono i vari argomenti del dibattito risale a un’antica tradizione letteraria e risulta qui efficacissima per la comprensione di temi a volte difficili che l’autore affronta con chiarezza e grande capacità di sintesi. Una lettura piacevole che è un tassello in più verso lo sviluppo della cultura gay in Italia.

Domenico Pezzini, Le mani del vasaio: un figlio omosessuale: che fare?, p. 134, Àncora, € 9,00. Tra le righe di questo libro si intuisce la forte tentazione dell’autore di sconfessare le opinioni della Chiesa cattolica in merito all’omosessualità. Ma Domenico Pezzini è un prete, e non può certo dire il contrario di quello che il Vaticano esprime ufficialmente. Dunque, sotto forma di consigli ai genitori di figli omosessuali, caute raccomandazioni alla comprensione e all’accoglienza. Per il resto il libro cerca di far capire ai genitori che l’omosessualità non è un problema. In appendice il messaggio pastorale ai genitori di figli omosessuali a cura del Comitato pastorale statunitense per il matrimonio e la famiglia, senza dubbio la frangia cattolica più progressista nel mondo cattolico, la quale però non può fare a meno di raccomandare agli omosessuali la castità.

Gaia de Beaumont, Tra breve io ti scorderò mio caro: la storia di Edna St. Vincent Millay, una poetessa nella New York dell’età del jazz, p. 131, Marsilio, € 12,00. Se il suo nome non vi è noto oppure se conoscete già le sue splendide poesie, vi consigliamo la lettura di questa bella biografia di una delle donne più autentiche e rivoluzionarie del secolo scorso. La vita della poetessa americana Edna St.Vincent Millay è qui raccontata come un romanzo. Dai precoci inizi letterari, alla brillante carriera universitaria, alla vita nel Village newyorkese degli anni venti animato da artisti geniali e anticonvenzionali. E poi i successi letterari, il Pulitzer (prima donna a ricevere il prestigioso premio), le amicizie, gli amori liberi, il matrimonio, gli innamoramenti e infine il declino, l’isolamento e la triste fine sola e lontana da ogni cosa. Gaia de Beaumont riesce in una straordinaria descrizione letteraria e umana, attentissima alle più piccole sfumature, ricreando così un quadro psicologico ed emotivo che vi affascinerà.

Leggi   Maria Antonietta: "Porto sul palco le poetesse che mi fanno compagnia quando mi sento sola"

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...