INCONTENIBILE MATERNITÀ GAY

di

E' in scena a Genova il 7 e 8 maggio, "Colando": una donna lesbica persegue il desiderio di avere un figlio con l'aiuto dell'amico gay. Un testo che...

1020 0

GENOVA – “Eravamo le nuove frontiere del queer: io – lesbica – e lui – gay – avevamo deciso di fare sesso. Eravamo trendy. Una volta questi erano cose da etero…!” Così la protagonista (Carmen Giardina) del monologo “Colando” (Leaking from Every Orifice), di Claire Dowie, con la regia di Sergio Basso, in scena a Genova, al teatro Hop (www.hopaltrove.it) venerdì 7 e sabato 8 maggio, dopo che aveva riscosso grandissimi successi a Roma nello scorso mese di marzo all’interno della rassegna teatrale LET – Liberi Esperimenti Teatrali.
La storia può essere sintetizzata come il progetto d’una diabolica maternità ad opera d’una donna lesbica. E così lei, femminista convinta, si trova a vivere la tragicomica situazione di rimanere incinta di un gay e non sapere come dirlo alla ragazza. L’unica cosa che spera è che quel che nascerà da lei sia una femminuccia, perché “un maschio c’è già stato dentro di me e ha fatto tutto questo casino, figurarsi averne un altro dentro per nove mesi cosa potrebbe produrre”. Abbiamo, pertanto, il racconto delle varie fasi del diventare mamma, accompagnate dall’angosciosa domanda “come si fa a diventare mamma?”, domanda che si pongono entrambi i genitori, la lesbica e il gay. E da quest’interrogativo nasce tutta una distruzione dei luoghi comuni concernenti la maternità e un’esaltazione della realizzazione della donna, indipendentemente dal fatto di essere madre.
Il titolo prende spunto dal fatto che le mamme debbono usare il copricapezzolo per evitare abnormi e mostruose fuoriuscite di latte dal seno e dagli assorbenti con le ali (“Che però ti fanno il pacco e ti tocca camminare come John Wayne…”): il tutto per evitare le “perdite” tipicamente femminili. Ma è anche un gioco ironico per evidenziare le leggerezze che si dicono sia a proposito della maternità che dell’omosessualità.
Il testo della Dowie – scrittrice inglese di indubbio talento che “riesce a farti ridere anche mentre ti tira un pugno nello stomaco” come scrive l’Evening Standard – costruito come un racconto al pubblico presente in sala, mette in risalto il cinismo del “sentire comune” a proposito della bellezza dell’essere donna e madre e fa degli accostamenti interessanti tra il corpo femminile e la pubblicità: “Classica la pubblicità della birra con vicino una biondona strafiga. Si pensa sempre che la bionda serva a far vendere la birra. Ma non è vero! Gli uomini non hanno mai avuto problemi con la birra! Con le donne sì, invece. Quindi, bevi birra oggi, bevi birra domani, prima o poi capiterai fra le braccia della figona. E lo stesso si dica per le donne e le macchine…”.

Bravissima Carmen Giardina – che, fra le altre cose, era la timida Ludovica nella serie televisiva Amiche e non nuova a spettacoli a tematiche gay (era Laurel, la dolce mogliettina di un bisex nella versione italiana di “Amici, complici e amanti“, con Fabio Canino) – che è capace di coinvolgere intensamente il pubblico sia con la sua recitazione che con la sua mimica. La Giardina, che non è né madre né lesbica, ha dichiarato: “Ero stufa di vedere rassegne teatrali a tematica gay dove gli autori erano sempre uomini. Finalmente un’autrice lesbica, brava e per di più comica!”. Ottima la regia di Sergio Basso e suggestivo il gioco delle luci.
Nei prossimi mesi, secondo un calendario ancora da definire ma – ci assicurano – assai ricco, “Colando da ogni orifizio” sarà in giro in diverse località italiane. Ed è uno spettacolo assolutamente da non perdere dal momento che, attraverso la comicità, aiuta a riflettere sulla genitorialità gay. E, di certo, da riflettere ci sarà molto visto che lo spettacolo in programma era stato tolto dalle manifestazioni dell’8 marzo scorso, perché “troppo forte”!
^Svenerdì 7 sabato 8 maggio^s
COLANDOLeaking from every orifice
di Claire Dowie
con Carmen Giardina
regia di Sergio Basso
Teatro H.O.P. altrove
piazzetta Cambiaso 1, Genova
tel 010.2511934 info@hopaltrove.it

Leggi   Veronica Pivetti: "Vivo con una donna, gli uomini mi hanno delusa"

di Roberto Russo

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...