Jane Lynch di “Glee” si racconta in un’autobiografia

di

L'attrice che interpreta l'autoritaria allenatrice delle cheerleaders in 'Glee' racconta la sua storia d'amore con la psicologa Lara Embry in 'Happy Accidents' che uscirà in libreria a settembre.

1070 0

Uscirà a settembre l’autobiografia di Jane Lynch, ossia la strepitosa Sue Sylvester di Glee, autoritaria allenatrice delle cheerleaders, recente Golden Globe come miglior attrice non protagonista. Si intitolerà Happy Accidents e racconterà tutti i dettagli della sua battaglia contro l’alcolismo, vinto anche grazie all’amore per la psicologa Lara Embry con cui è poi convolata a nozze nello scorso maggio.

Riguardo all’accettazione della propria omosessualità e ai problemi col bere, la Lynch ha dichiarato al New York Times: "Ci sono così tante cose che potrei incapsulare in una sola frase: non soffrire. Ti sentirai insicura, non ti sentirai a tuo agio, ti sentirai travolta dagli eventi. Puoi provare tutto ciò ma la componente di sofferenza mentale non deve sussistere – continua l’attrice – Se potessi tornare indietro nel tempo e avere una conversazione con me stessa quando avevo diciotto anni, la prima cosa che mi direi è: ‘Non perdere tempo’. Ero una ragazza molto ansiosa e questo non mi ha aiutato a fare le scelte giuste […] Sue Sylvester non è spuntata dal nulla. È qualcuno che vive nel profondo della mia anima. Ho percepito quella sua energia vendicativa durante diversi periodi della mia vita. Ero in terapia e mi lamentavo di qualcuno che non seguiva le regole. Il mio terapista scoppiò a ridere e mi disse che dovevo scriverci un monologo perché era materiale divertente".

Attiva in tv e al cinema da più di vent’anni, Jane Lynch ha fatto una lunga gavetta lavorando in varie serie, da Frasier a Dawson’s Creek, da Desperate Housewives a The L Word. Anche la sua carriera cinematografica è in ascesa: dopo alcuni ruoli non memorabili in The Fugitive e 40 anni vergine, la Lynch ha sfiorato l’anno scorso una nomination all’Oscar nel ruolo della sorella della protagonista interpretata da Meryl Streep in Julie & Julia.

Leggi   Torna in libreria “Elementi di Critica Omosessuale” di Mario Mieli: ecco perché va letto
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...