LE FAVOLE DI OSCAR WILDE

di

Non solo manga: opere celebri in fumetto

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Per chi non lo sapesse l’autore de "Il ritratto di Dorian Gray" aveva avuto due figli (Cyril e Vivian), dal suo sfortunato matrimonio con Constance Lloyd, e pare che proprio a loro avesse pensato di dedicare due raccolte di fiabe scritte di suo pugno ("Il principe felice" e "La casa dei melograni"), da cui il talentuoso P. Craig Russel è riuscito a trarre cinque fumetti che gli sono valsi un Eisner Haward e un Harvey Haward (ovvero i massimi riconoscimenti statunitensi nel campo dei comics).

Bisogna sapere che il mercato dei comics made in USA si divide in due grandi rami: da una parte quello delle strips e delle tavole domenicali che vengono pubblicate sui quotidiani e i magazines, dall ‘altra quello dei comic-books (i nostri "giornalini"), appannaggio quasi totale dei fumetti a base di supereroi.

Le due grandi case editrici che si spartiscono la quasi totalità del mercato dei comic-books, infatti, sono la DC Comics (che dagli anni trenta pubblica Superman, Batman, Wonder Woman, ecc…) e la Marvel Comics (che dagli anni sessanta propone Uomo Ragno, X-Men e altri eroi dalle problematiche più complesse dei loro predecessori).

Attorno alla Marvel e alla DC si muove una selva di piccole case editrici che cercano, abbastanza faticosamente, di farsi largo proponendo materiale alternativo, e promuovendo autori che non vogliono limitarsi a riproporre l’ennesima variante del supereroe in costume.

In questo panorama si colloca la NBM Comics, che ha dato modo a P.Craig Russel di cimentarsi nella realizzazione di cinque adattamenti a fumetti di altrettante favole scritte appunto da Oscar Wilde.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...