LE FAVOLE DI OSCAR WILDE

di

Non solo manga: opere celebri in fumetto

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1033 0

Per chi non lo sapesse l’autore de "Il ritratto di Dorian Gray" aveva avuto due figli (Cyril e Vivian), dal suo sfortunato matrimonio con Constance Lloyd, e pare che proprio a loro avesse pensato di dedicare due raccolte di fiabe scritte di suo pugno ("Il principe felice" e "La casa dei melograni"), da cui il talentuoso P. Craig Russel è riuscito a trarre cinque fumetti che gli sono valsi un Eisner Haward e un Harvey Haward (ovvero i massimi riconoscimenti statunitensi nel campo dei comics).

Bisogna sapere che il mercato dei comics made in USA si divide in due grandi rami: da una parte quello delle strips e delle tavole domenicali che vengono pubblicate sui quotidiani e i magazines, dall ‘altra quello dei comic-books (i nostri "giornalini"), appannaggio quasi totale dei fumetti a base di supereroi.

Le due grandi case editrici che si spartiscono la quasi totalità del mercato dei comic-books, infatti, sono la DC Comics (che dagli anni trenta pubblica Superman, Batman, Wonder Woman, ecc…) e la Marvel Comics (che dagli anni sessanta propone Uomo Ragno, X-Men e altri eroi dalle problematiche più complesse dei loro predecessori).

Attorno alla Marvel e alla DC si muove una selva di piccole case editrici che cercano, abbastanza faticosamente, di farsi largo proponendo materiale alternativo, e promuovendo autori che non vogliono limitarsi a riproporre l’ennesima variante del supereroe in costume.

In questo panorama si colloca la NBM Comics, che ha dato modo a P.Craig Russel di cimentarsi nella realizzazione di cinque adattamenti a fumetti di altrettante favole scritte appunto da Oscar Wilde.

P.Craig Russel aveva esordito professionalmente proprio con la Marvel e la DC, ma presto ha deciso di specializzarsi nella sua non facile passione, ovvero gli adattamenti a fumetti di famose opere liriche e letterarie : fra le altre cose ricordiamo il Parsifal di Wagner, il Flauto Magico di Mozart, i Pagliacci di Leoncavallo e, non ultima, proprio la Salomè di Oscar Wilde (nessuno dei quali, purtroppo, è mai stato tradotto in italiano).

Questo autore ha iniziato a farsi conoscere da noi solo in tempi recenti, per merito della Phoenix Enterprise e, soprattutto, della Lexy Produzioni, due piccole case editrici nostrane che, al pari delle loro colleghe d’oltreoceano, hanno deciso di puntare su materiale valido e diverso dai classici manga e supereroi.

La Phoenix ha raccolto in tre volumetti la miniserie che Russel ha tratto dal primo libro di "Elric di Melnibonè" (l’atipico protagonista del ciclo fantasy scritto da Michael Moorcock) e ha pubblicato in volume la fiaba di Wilde intitolata "Il compleanno dell’infanta", mentre la Lexy sta editando la sua versione della tetralogia de "L’anello dei nibelunghi" di Wagner, e ha già tradotto l’ultima miniserie di Elric e la fiaba wildiana "Il gigante egoista" (all’interno dell’antologia "Lexy Present Special Book").

Le fiabe di Oscar Wilde sono affascinanti, ma niente affatto sdolcinate e men che meno "politicamente corrette": fra principessine egoiste e sadiche, gobbi deformi, bambini con le stigmate e giganti autolesionisti, si giunge a finali dal retrogusto acido e dalle molteplici chiavi di lettura, non solo "per bambini".

Il tratto di Russel (solo apparentemente "cartoonesco") si adatta perfettamente alle le storie narrate, e ciascuna tavola è realizzata dopo decine di schizzi di prova (l’autore è un perfezionista e sa bene che adattare opere già celebri è una grande responsabilità), ma anche la regia e la documentazione sono il frutto di un lungo lavoro, e contribuiscono attivamente alla piena riuscita del risultato finale.

E’ senza dubbio notevole verificare una volta di più che nel mercato fumettistico USA, in cui i supereroi regnano sovrani da decenni, c’è ancora spazio per chi vuole percorrere sentieri meno scontati e più impegnativi, riuscendo comunque a centrare un difficile obbiettivo.

In attesa dell’edizione italiana delle tre favole wildiane che ancora mancano all’appello, e magari degli altri adattamenti di P.Craig Russel (che ha in progetto anche una versione a fumetti della "Cavalleria Rusticana")…

Abbiamo parlato di:

"Il compleanno dell’Infanta", Phoenix Enterprise, e-mail phcomix@libero.it, Lire 22000

"Il gigante egoista", in "Lexy Present Special Book", Lexy Produzioni, sito web http://www.lexyprodukyion.com, e-mail lexyproduzioni@libero.it, Lire 12000, € 6,2

Reperibili in fumetteria.

di Valeriano Elfodiluce

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...