PRESERVATIVI ASSASSINI

di

Due nuovi fumetti gay, tra condom cannibali e superlesbiche.

964 0

Ultimamente, e contro ogni previsione, la mole di fumetti che toccano tematiche omosessuali sta aumentando vertiginosamente : per offrire una panoramica più completa possibile d’ora in poi questa rubrica presenterà anche più titoli contemporaneamente, possibilmente legati da un denominatore comune, come nel caso dei titoli seguenti, che pur provenendo da nazioni molto diverse (la Germania e il Messico), usano un linguaggio metaforico e a più livelli di interpretazione.

IL CONDOM ASSASSINO

Editore : Marenero

Costo : £.14000

e-mail : marenero.ed@flashnet.it

Finalmente arriva l’edizione italiana di un classico di Ralf König, maestro di umorismo gay (e non solo), che sa mixare genialmente autoironia e satira sociale. La storia, chiaramente una parodia dei polizieschi hollywodiani, è una feroce critica della repressione sessuale, e ruota attorno alla presenza di un infido e vorace preservativo dotato di vita propria, che si nutre dei genitali di coloro che hanno la bella idea di frequentare l’Hotel “Sveltina” di Philadelphia. Lo scettico ispettore Mackeroni, che segue il caso, è uno dei clienti abituali dell’Hotel, e dopo aver abbordato un ragazzo in un quartiere a luci rosse, decide di affittarvi una stanza per una notte di follie : malauguratamente per lui il preservativo è in agguato… E dopo essere scampato per puro caso alle sue grinfie lo scopo della sua vita diventerà proprio quello di “incastrare” il diabolico condom ed eliminarlo prima che faccia altri danni… Riuscirà l’ispettore Mackeroni nel suo intento ? Nascerà davvero una love-story con il ragazzo che si era portato in camera ? Com’è possibile distinguere un preservativo cannibale da uno che non lo è ? A questo e a numerosi altri interrogativi risponde “Il condom assassino”, che con un finale letteralmente “esplosivo” riesce a mostrare in una veste decisamente inedità il migliore amico/nemico dell’uomo. In poche parole una lettura acuta e a più livelli, dall’umoristico al satirico, che offre al pubblico italiano un occasione in più per conoscere ed apprezzare un genere di fumetto spesso sottovalutato e, ingiustamente, ghettizzato.

GIRL CRAZY

Editore : Magic Press

Costo : £.15000

I tre fratelli Hernandez, esponenti di spicco del fumetto contemporaneo, sono conosciuti soprattutto per quella magnifica opera corale che risponde al nome di “Love and Rockets”, ma questo non impedisce a ciascuno di loro di cimentarsi in opere soliste perlomeno interessanti : è questo il caso di Gilbert Hernandez, che miscelando profondità narrativa e sinteticità grafica ha saputo realizzare opere davvero interessanti, come nel caso di “Girl Crazy”. L’autore non è nuovo agli sperimentalismi e alle storie ricche di metafore e simbolismi, ma questa volta è riuscito a realizzare, forse, il primo fumetto lesbico-allegorico della storia del fumetto occidentale. La vicenda è ambientata negli anni ’50, in una metropoli surreale e improbabile, in cui l’associazione I.R.S. vuole impedire a tutti i costi che tre amiche sedicenni munite di superpoteri riallaccino i rapporti. La nerboruta Maribel (dalla forza erculea), l’esile Kitten (capace di volare) e la sensuale Gaby (dotata di poteri mentali) vorrebbero liberare una quarta amica, Una, ma vengono ostacolate in tutti i modi finchè il loro estremo sacrificio mostrerà l’incredibile realtà : Una è costituita dalle loro essenze, e si rivela l’essere più potente del cosmo, ma al tempo stesso è immatura e incapace di gestire il proprio immenso potenziale…

Come risolverà Una questa situazione ? Si sacrificherà per ridare la vita alle sue componenti ? Rimarrà sola e senza scopo annullandosi in se stessa ? Ad una più attenta analisi questo volume si può leggere come una parabola sull’essenza dell’amore e dei sentimenti che vi ruotano attorno : sacrificare tutto per amore può privare l’amore stesso di solide basi su cui poggiare, di conseguenza non potrà fare altro che collassare a sua volta, per offrirsi una seconda possibilità.

Entrambi i titoli sono disponibili nelle migliori fumetterie

di Valeriano Elfodiluce

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...