SESSO LEATHER DI CASA NOSTRA

di

Finalmente esce il primo fumetto hard gay italiano. E' Dick Master, poliziotto tutto-pelle del futuro, affamato di maschi, che lotta con missili fallici contro drag cibernetiche.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2997 0

Come abbiamo più volte ricordato, in Italia i personaggi omosessuali nei fumetti non sono mai mancati, anche se hanno sempre avuto caratterizzazioni banali e tuttosommato omofobe (clicca qui). Nel corso degli anni ci sono state delle eccezioni più o meno felici, ma anche se nei primi anni novanta una ragazza bisessuale è stata addirittura titolare di una serie (clicca qui), in Italia non si sono mai prodotti dei fumetti erotici esplicitamente gay (come è accaduto negli USA più o meno dagli anni ’60).

Certo il fenomeno degli shonen-ai all’italiana ha contribuito a sdoganare certi temi, ma l’erotismo soft e le atmosfere spesso molto codificate di questo genere non avevano mai prodotto opere “hard” vere e proprie, puntando soprattutto sui risvolti emotivi e passionali della storia.

Recentemente, tuttavia, la situazione sembra cambiare.

La Echo Communication, già responsabile della collana BOY + BOY dedicata agli shonen-ai made in Italy, ha recentemente pubblicato un numero speciale fuori collana che si presenta come il primo tentativo di proporre in Italia un fumetto hard gay propriamente detto.

Dick Master – Attacco a leatherland“, infatti, è un po’ la summa di tutto quello che il fumetto italiano non aveva mai osato proporre in questo senso, presentando una tale quantità e varietà di situazioni godereccie da fare invidia alla maggior parte dei video hard oggi in circolazione. Intendiamoci: nonostante il sesso scorra a fiumi c’è anche una trama alle spalle e lo stile dell’autore è sicuramente più professionale e ricercato di molta produzione hard (ovviamente etero) italiana.

Tutto inizia nel 3069, quando il nostro pianeta viene chiamato Gaia e a New York si trova una “città nella città” di nome Leatherland, abitata solo da gay e protetta dal Dipartimento Space Leather, capitanato dall’eroico (e allupato) Dick Master. Infatti il nostro eroe già dalla terza pagina si concede una pausa (lasciando alla base il suo collega Roy) andando a rilassarsi in un locale leather dove si fa sesso in pubblico e dove può applicare le sue raffinate tecniche di sottomissione…

Dick Master, però, non sa che il conquistatore intergalattico Spermagor sta rapidamente avanzando e vuole distruggere presto anche Gaia. Non sapendo come raggiungerla, però, Spermagor lascia scappare di proposito un alieno mutaforma suo prigioniero, sapendo che avrebbe cercato rifugio su Gaia.

Dick Master viene richiamato: ora dovrà collaudare Authomatic Leather (una specie di robottone giapponese in stile Mazinga, ma in versione porno-leather), per contrastare le armate di Spermagor e i suoi mostri guerrieri. Authomatic Leather sconfigge Spermagor a suon di falli telescopici, così Dick Master decide di ritornare al suo locale preferito, dove continua a godersi vari momenti di relax, per poi scoprire che lì si era rifugiato l’alieno mutaforma “fuggito” da Spermagor (ovviamente assumendo un’arrapante forma umana), e lo conduce alla sua base (dove Roy lo inizia ai piaceri del sesso più spinto).

Purtroppo la pace è di breve durata: Spermagor era riuscito a fuggire e a raggiungere il suo signore e padrone Grande Mente (anche se sarebbe più appropriato un altro nome, considerando la sua forma assolutamente fallica…), riferendogli l’accaduto. La Grande Mente convoca il generale Drag Cyber (una sorta di drag queen assolutamente kitch), per andare a sconfiggere Dick e conquistare il nostro pianeta (con l’aiuto di un robottone drag queen!!!). Nonostante le apparenze Drag Cyber mette in serie difficoltà Authomatic Leather, quindi è necessario chiedere l’aiuto di Jim Magnum, un orso leather che pilota un robot ursino di nome Roccia. Dick e Jim sconfiggono insieme il nemico, la terra è salva e loro possono ridarsi al sesso sfrenato per celebrare la vittoria, anche se la Grande Mente non si è arresa… In vista del seguito delle avventure del primo super eroe gay leather italiano.

Inutile dire che, dopo decenni di “italica castità” su certi temi, un fumetto di questo tipo lascia perlomeno stupiti, anche perchè oltre al sesso esplicito è pieno zeppo di tecnologie e creature fallomorfe, grondanti fino all’eccesso di liquidi non meglio identificati e assai allusivi. In questo senso l’autore (nome d’arte Roy Klang) ha realizzato anche un fumetto molto dissacrante e autoironico, oltre che pieno di citazioni “colte” per tutti i gusti, facendone di fatto l’antitesi di un fumetto pretestuoso come era stato MACHO (clicca qui).

Com’era prevedibile, visto il tema e il genere, questo fumetto non è distribuito nemmeno nelle fumetterie, ma solo nelle librerie gay e per corrispondenza. FORTUNATAMENTE ora potete ordinarlo anche con gayshopping (clicca qui), portandovi a casa questo piccolo pezzo di storia del fumetto gay in Italia.

Abbiamo parlato di:

Titolo: “DICK MASTER – Attacco a leatherland
Editore: Echo Communication
Costo: € 6,50

Disponibile su gayshopping (clicca qui).

di Valeriano Elfodiluce

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...