STESSI O DIVERSI?

di

Essere gay è normale. Lo sostiene l'ultimo libro dello psicoterapeuta Paolo Rigliano e accende il più interessante dibattito. Gay.it ha chiesto all'autore di spiegarci il suo punto di...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


La tesi di questo libro è semplice e nuova: non esiste prova né biologica né psicologica che lo sviluppo omosessuale segua vie differenti da quello eterosessuale. A sostenerlo non è un dilettante o un sognatore ma uno psicoterapeuta, responsabile di una struttura psichiatrica territoriale presso l’Ospedale "San Carlo" di Milano che ha già condotto vari e importanti studi di psicologia.

Abbiamo rivolto qualche domanda al dottor Paolo Rigliano autore di «Amori senza scandalo: cosa vuol dire essere lesbica e gay» (Feltrinelli, 2001, Lire 30.000 / Euro 15,49).

Insomma dottor Rigliano dopo questo suo libro ci possiamo considerare finalmente delle persone normali?

Non solo normali, ma assolutamente valide, sane e libere. Il giudizio che i gay hanno dato su se stessi è sempre stato, da due secoli in qua, assai vario ma sempre incerto, non ben fondato e "risolto" spesso per via ideologica; ovvero basato su presunte certezze scientifiche, ridicole come quelle psicoanalitiche. Anche quando molti gay si consideravano e si considerano "normali", qualunque cosa si intenda con questo termine, questa è molte volte "un’impressione", una vuota rivendicazione o un desiderio: assai raramente una piena coscienza di sé, fondata su una radicale visione alternativa, scientificamente affidabile e libera dai pregiudizi del senso comune che molte volte le persone lesbiche e gay hanno condiviso. Ecco: il mio libro affronta la sfida di pensare non solo al di fuori e contro le categorie che rendono l’affettività omosessuale deviante e minoritaria, ma vuole tentare di fondare una visione che accomuni ogni legame amoroso come possibilità dello sviluppo psicologico "normale" di tutti, senza che ci siano meccanismi e fattori speciali per un gruppo "differente".

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...