Super eroi e super coming out!

di

Il volume "Boy meets hero" raccoglie le storie di supereroi alle prese con l'accettazione di sè, rapporti gay clandestini, amori nascosti. Ideale per adolescenti indecisi sul proprio coming...

1168 0

È ormai da qualche anno che l’editore Gmunder si propone come uno dei leader internazionali per la distribuzione del fumetto e l’illustrazione gay. Finora aveva puntato essenzialmente su materiale pornografico o perlomeno erotico, ma a quanto pare sta iniziando a valutare anche opere di altro genere, come Boy meets hero, il fumetto online dei giovani Chaine Avery e Russel Garcia.

Questo volume punta su una storia solida e su personaggi ben caratterizzati, e una volta tanto lascia da parte gli amplessi focosi e le immagini esplicite. In nessuna tavola di questo volume viene mostrato un solo pene, nemmeno a riposo e neanche di sfuggita, e in effetti per l’editore Gmunder è una vera novità. In compenso questa lunga storia parla di supereroi e omosessualità in una maniera inedita e, anche se è difficile gridare al capolavoro, si tratta di una lettura davvero gradevole e piena di spunti interessanti. Intendiamoci: i supereroi gay non sono una novità, ma generalmente il modo in cui vivono la loro condizione viene sempre affrontato con una certa superficialità dai grandi editori del settore.

Boy meets hero, invece, va proprio nella direzione opposta e il suo obbiettivo principale è quello di indagare sui possibili risvolti di questo argomento.

Questo fumetto è ambientato in una realtà parallela alla nostra, in cui un evento cosmico avvenuto negli anni 40 ha modificato il DNA dell’umanità, facendo in modo che da allora in poi possano nascere individui che sviluppano superpoteri nell’adolescenza. La maggior parte dei supereroi di questa realtà fanno parte di una sorta di sindacato, lo WHO (World Hero Organization), strutturata come una vera e propria azienda che distribuisce incarichi e benefici ai suoi iscritti, gestendone anche l’immagine pubblica. A Golden Bay City i supereroi più popolari sono il prode Blue Comet e la bella Sunstar, che operano insieme e a quanto pare hanno anche una relazione. In realtà, però, il loro rapporto è stato costruito a tavolino dagli agenti dello WHO e Blue Comet (che in realtà si chiama Derek) ha una relazione con Justin, il fratello di Sunstar. Justin, che è gay dichiarato, si ritrova alle prese con una situazione decisamente complicata: non solo deve mantenere segrete le super identità di sua sorella e di Justin, ma nel caso di quest’ultimo deve anche fare finta che sia sia solo il suo coinquilino, visto che lui non vive pubblicamente la sua omosessualità nemmeno quando si è tolto il costume. Nonostante tutto Justin si dimostra estremamente comprensivo nei confronti di Derek, visto che ne è sinceramente innamorato, e probabilmente è questo che inizia a spingere Blue Comet verso una maggiore consapevolezza di sé, dandogli il coraggio per affrontare le sue paure e il timore di non essere accettato dalla sua famiglia, dai suoi colleghi supereroi e dai suoi ammiratori.

In questa prima raccolta delle avventure dei supereoi di Golden Bay City, la molla che fa cambiare atteggiamento a Blue Comet è la diabolica alleanza fra i supercriminali Zack Savage e Cold Snap, che dopo aver scoperto il suo segreto rapiscono Justin (che alla fine di questa avventura svilupperà a sua volta dei poteri speciali, diventando il supereroe Fusion).

A questo punto la voglia di leggere il seguito della storia è tanta e, anche se è evidente che si tratta di una serie dai toni leggeri, lo sceneggiatore e il disegnatore hanno sicuramente fatto un buon lavoro, anche se è evidente che sono alle prime esperienze. Questo fumetto ha un taglio deliziosamente adolescenziale, e si pone in controtendenza rispetto alla maggior parte dei fumetti di supereroi attuali, spesso drammatici e angoscianti oltremisura. Probabilmente un fumetto di questo tipo sarebbe una lettura consigliatissima per tutti quegli adolescenti gay che hanno ancora difficoltà ad accettarsi, ed è un peccato che venga proposto solo in una versione non certo economica (e solo in inglese). Forse è anche per questo che i due autori hanno annunciato la pubblicazione del prossimo volume in proprio, e probabilmente in un formato più abbordabile per tutti.

Per maggiori informazioni andate sul sito http://www.boymeetshero.com/

di Valeriano Elfodiluce

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...