TEATRO GAY AL FRINGE

di

Si è concluso uno dei più grandi festival di spettacolo al mondo, il Fringe di Edimburgo. Gay.it c'era con un inviato d'eccezione, Fabio Canino, che vi racconta gli...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Sono tornato da Edimburgo dove sono stato a vedere (una parte…) del meraviglioso Fringe Festival appena terminato. Per chi non sapesse che cosa è, si tratta del più grande festival del mondo di teatro, cinema, musica, opera, cabaret, musical, pittura, danza, ecc. ecc. Qualunque forma artistica esistente al mondo, nel periodo che va dal 5 al 27 agosto di ogni anno, ad Edimburgo state tranquilli che la troverete!!

Quest’anno erano presenti 666 gruppi provenienti da 50 Paesi differenti (da l’Italia nessuno… perchè!? perchè!? perchè!?) che hanno presentato ben 1462 spettacoli differenti in 175 luoghi diversi della città! Durante il Festival la città si trasforma in un grandissimo palcoscenico.

Teatri, ma anche parchi, giardini privati, appartamenti, chiese, negozi, cantine, stazioni, fabbriche, ristoranti, pubs, insomma ogni luogo è giusto per fare spettacolo. Certo non tutti gli spettacoli sono eccezionali, anzi direi che alcuni sono proprio inguardabili, ma anche questo è il bello del Festival: se trovi uno spazio dove esibirti sei liberissimo di farlo e magari qualcuno viene anche a vederti!

In tutto questo marasma sono stati presentati anche molti lavori a tematica gay ed io ne ho visti alcuni per voi… Cominciamo con quello più brutto, così ci togliamo subito il pensiero. Si tratta di uno spettacolo intitolato Moscow. Un musical che racconta la storia di tre gay "costretti" (non si capisce perché…) a provare Le Tre Sorelle di Chekhov all’infinito! Viene cantata, oltretutto male, la sofferenza (che palle!) dell’essere gay e (adesso va tanto di moda…) una violenza in famiglia per giustificare il fatto di essere gay. Imbarazzante.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...