A TEATRO LA VISIBILITÀ LESBO

di

ArciLesbica e la Linea Lesbica Amica di Milano lanciano per il 2004 una campagna per portare all'attenzione della società le donne che amano altre donne. E partono da...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
845 0
845 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


MILANO – Il 2004 è l’anno della visibilità lesbica. E quale modo migliore per cominciare del teatro? Venerdì 16 gennaio alle ore 21, al Teatro Franco Parenti di Milano, la Linea Lesbica di Milano presenta lo spettacolo “Sogno di una notte d’estate con intermezzo lesbico” di Eleonora Dall’Ovo, che, come è facile intuire dal titolo, è la riscrittura in chiave lesbica contemporanea del capolavoro di Shakespeare. Ma è soprattuto l’occasione per lanciare l’attività della Linea Lesbica Amica di Milano che, nel 2004, insieme ad ArciLesbica, di cui la Linea fa parte, lancerà una campagna di visibilità per affermare il diritto di dirsi lesbica e di vivere con serenità la propria omosessualità.

Su questa base la Linea Lesbica sceglie di presentarsi alla città, di raccontarsi a un pubblico non esclusivamente di lesbiche e gay, di far parlare di se’. L’incasso della serata, interamente devoluto alla Linea Lesbica, servirà per finanziare altre attività di comunicazione sulla visibilità, per poter raggiungere tutte le donne che vivono la propria omosessualità in modo nascosto o conflittuale.

Lo spettacolo è ambientato nel locale Witchwood, popolato da streghe lesbiche, che attraverso i loro eccentrici drinks cambiano i destini delle clienti, risvegliando in loro i desideri più nascosti. Al Witchwood regna la sola legge dell’istinto e seguendo di pari passo l’intreccio ideato da Shakespeare, la barista Lele, trasposizione moderna del dispettoso folletto Puck, trovandosi di fronte a due arroganti coppie etero, si divertirà ad innescare in loro sinapsi omoerotiche invertendole in coppie omosessuali. Lele come Puck seminerà il disordine in tutto locale, beffandosi di ogni regola del gioco e i colpi di scena non mancheranno di divertire il pubblico in platea.

«Sogno di una notte d’estate con intermezzo lesbico – racconta Eleonora Dall’Ovo – nasce dal desiderio politico e artistico di rivisitare in chiave lesbica alcuni classici teatrali, con l’obiettivo di riconquistare quel tempo e quelle opportunità rubate a tutte le donne del passato che, se avessero avuto una stanza tutta per se’, avrebbero potuto comporre opere geniali».

Eleonora Dall’Ovo, “lesbiurga” coem ama definirsi, scrive e autoproduce dal 1997 «spettacoli lesbici come atto estetico di opposizione in risposta alle politiche culturali correnti». Il teatro lesbico è per lei «uno spazio pubblico attraverso cui entrare in relazione con altre donne, con le loro idee, vite e fantasie, condividendo e costruendo insieme un sentire comune, un discorso al femminile, o meglio femminista».

Venerdì 16 gennaio 2004 alle ore 21
Al Teatro Franco Parenti, Via Sabina angolo Largo F. Parenti 1 – Milano
La Linea Lesbica di Milano presenta lo spettacolo

SOGNO DI UNA NOTTE D’ESTATE CON INTERMEZZO LESBICO
di Eleonora Dall’Ovo
luci e musiche di Lucia Andreucci
Ingresso 10 euro
Informazioni al numero 02-63118654, e-mail: info@linealesbica.it, web: www.linealesbica.it

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...