Buon Compleanno Simone Weil, oggi avresti compiuto 108 anni

di

Un ricordo della grande filosofa francese.

CONDIVIDI
56 Condivisioni Facebook 56 Twitter Google WhatsApp
5783 0

Simone Weil oggi avrebbe compiuto 108 anni.

Simone, che grazie a te son riuscito a studiare una materia di cui in realtà non è mai importato granché.

Simone la pazza, la mistica, la mai stata baciata.

Simone nata ebrea ma poi diventata una specie di cristiana senza sacramenti, senza battesimo, senza gerarchia.

Simone che “la Croce da sola mi basta” – scrisse una lettera memorabile al suo padre confessore illustrando i motivi per cui le risultava impossibile accettare il battesimo. Perché la Chiesa, scrisse, ha tradito il messaggio di Cristo, nega la luce spirituale che irradia prima e dopo di lei. Essenzialmente eri contraria al potere, alla controllo, al delirio troppo umano che pretende di parlare in nome di Dio. 

Simone che eri professoressa di liceo ma sei voluta andare in fabbrica a lacerarti le carni di fatica e alienazione per capire come venivano trattati gli operai e poi sei andata a fare la rivoluzione in Spagna e poi ti sei lasciata morire rifiutando il cibo nonostante stessi uno schifo per mettere in atto, davvero e non solo a parole come fanno i filosofi maschi, il nucleo centrale del tuo pensiero.

Ovvero l’idea di decreazione.

Dio per farci esistere s’è ritratto.

Cercare Dio è asportarsi dal mondo. Creare quel vuoto che Egli Esso Ella Essa ha voluto affinché noi potessimo esistere.

Cercare Dio è disfare la creazione, farci a pezzi ovvero farci mangiare.

Un’idea né propriamente cristiana né propriamente ebraica.

Un’idea sovrannaturale.

Piena di grazia.

Com’eri tu.

Simone che non ha mai conosciuto l’amore sessuale ma i cui scritti vibrano d’un trasporto erotico teso e perfetto.

Simone che amavi la Grecia antica, i tragici e gli eroi della sventura ma soprattutto le civiltà sconfitte, quelle cancellate dalla faccia della terra. Tutte le comunità e le culture annientate dalla Bestia sociale, dall’Impero, dal regno della forza.

Simone che m’hai insegnato a pensare senza dimenticare la vita.

Simone, la mia maestra.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...