ASPETTANDO LESLIE FEINBERG

di

Finalmente tradotto in italiano "Stone Butch Blues", epopea tra lesbo-trans, butch e femme. A giugno arriva in Italia l'autore, ospite anche del Toscana pride. Arcilesbica Milano si prepara.

844 0

MILANO – Sarà presentato alla Fiera Internazionale del Libro di Torino, che si svolge dal 6 al 10 maggio, dalla casa Editrice “Il Dito e La Luna” la traduzione italiana del libro di Leslie Feinberg “Stone Butch Blues”, un viaggio attraverso le identità e sul confine dei generi. Inoltre Feinberg sarà presto in Italia, dove presenzierà anche alla inaugurazione ufficiale del Toscana Pride 2004, a Firenze dal 4 al 6 giugno.
“Stone Butch Blues” è un libro ad alto potenziale esplosivo: racconta una storia insolita e spesso durissima, parla di una condizione umana esposta e vulnerabile, e al tempo stesso estremamente forte e tenace. La violenza è, ovviamente, l’elemento più evidente e terribile: violenza fisica, che segna il corpo e la mente allo stesso tempo.
Ma se fosse tutto qui, ne avremmo già sentito parlare. Quello che fa la differenza di Stone Butch Blues è la dignità, il coraggio, la forza di Jess e delle altre butch e femme: qui non si parla di vittime, ma di guerriere. Leggere questo testo significa infatti esplorare un mondo di frontiera, in cui le parole butch, femme, drag queen, transgender diventano concrete, le si capisce nel modo migliore: non grazie al dizionario, ma grazie a una storia.
Altissimo il valore storico e documentaristico di questo testo: dalla visuale soggettiva della protagonista, lesbica transgender ed ebrea, si ripercorrono le tappe della rivolta Gay, Lesbica, Bisessuale e Transessuale partendo dalla storica retata dello Stonewall nel 1969 e giungendo alle odierne Marce dell’Orgoglio.
Leslie Feinberg è attualmente un notissimo attivista che gira tutto il mondo, chiamato a partecipare a dibattiti e manifestazioni in difesa dei diritti non solo glbt, ma anche dei lavoratori e più in generale dei diritti umani; sarà in Italia in occasione della pubblicazione della versione italiana del suo primo romanzo e a giugno terrà incontri a Torino, Bologna, Milano, Roma, e sarà a Firenze nel “Polispazio Queer”, evento di inaugurazione del Toscana Pride.
In preparazione a questo imperdibile evento, l’Arcilesbica Zami di Milano ha organizzato un gruppo di lettura su alcuni testi preparatori al saggio di Leslie Feinberg ed una piccola rassegna di film. Si parte stasera, martedì 4 maggio alle 21, con la lettura e discussione del saggio in italiano di Joan Nestle: “Relazioni lesbiche – Coraggio sessuale negli anni cinquanta: la bulla e la femmina”. Giovedì 6 maggio, per la collana di film “I miei vestiti non hanno paura – Immagini dal transgender”, alle 21 c’è la proiezione di Venus Boyz di Gabrielle Baur, un film viaggio nell’universo della mascolinità femminile. Giovedì 13 maggio sempre alle 21.00, è la volta di “Ed entrarono in scena” con Sylvia Rivera, storia di 30 anni del movimento transgender italiano e dei loro protagonisti attraverso voci, parole e rari materiali d’archivio. Infine, giovedì 20 maggio alle 21.00 Mary Nicotra presenta il suo “Transazioni”.
Per informazioni, Arcilesbica Zami di Milano: C.so Garibaldi, 91; Tel. 02/29.01.40.27 (mart. 21,00 – 23,00) Cell. 339/53.52.415 – 339/57.65.311 e_mail: milano@arcilesbica.it

Leggi   Trans fuori dall'esercito, Lady GaGa contro Trump: "Metti in pericolo la vita delle persone"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...