Bodybuilding: Il mito della perfezione!

di

Etero, bisex o lesbiche, anche le donne amano i muscoli e non disdegnano le gare...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
1440 0
1440 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Da sempre il bodybuilding viene bistrattato da stupidi pregiudizi eterosessuali del tipo tutta muscoli niente cervello, donne asessuate, donne senza femminilità ecc.. ecc. Ma per le culturiste che da sempre lottano contro le discriminazioni, il più delle volte sbattute in faccia a voce alta, il bodybuilding è un mezzo utile ad arricchire e rafforzare la loro personalità e quindi il loro stile di vita. Un mezzo, quindi, e non un fine.

In un articolo pubblicato su Cultura Fisica & Fitness (Anno XL, N. 334, settembre/ottobre 1997 © 97-2000), dalle culturiste Roberta Micheli e Rossella Pruneti, emerge la voglia di farsi conoscere e di spiegare le ragioni di questa passione: "Il bodybuilding indubbiamente ci dà una marcia in più per affrontare la vita, ci conferisce una forza e una consapevolezza interiore che non ha

niente a che fare con l’aspetto corporeo se non nel senso che questo ne è soltanto il risultato materiale. Mi sento sicura per la forza interiore che mi ha conferito praticare questo sport e non per la corazza di muscoli che ho costruito. Per questo non amo ostentare, al di fuori della palestra e dei palchi di gara, il mio aspetto. Ma il fare un qualcosa che mi rende felice e mi dà modo di esprimermi mi permette di stare meglio con gli altri, di essere meno frustrata e più socievole" scrive Rossella, "Sì, perché dentro di me coesistono caratteristiche come la sensibilità e il senso estetico (tipicamente femminili) e come la determinazione e la forza di volontà (caratteristiche storicamente e culturalmente attribuite esclusivamente al sesso maschile). Soltanto dopo aver iniziato il bodybuilding la determinazione e la forza di volontà sono emerse in modo preponderante rispetto alla donna che non fa sport. Parlando con altre donne, non bodybuilder, mi accorgo che ho meno paure e titubanze nell’affrontare sia i problemi quotidiani che situazioni particolarmente difficili" scrive Roberta.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...