CLIC: E VISSERO FELICI E CONTENTE

di

Rapido e innovativo: al suono di un midi di "via col vento" sarete dichiarate moglie e..moglie.

561 0

L"ultima novità cibernetica dall"America: matrimoni on line. Nata il 21 ottobre 1999, è giunta anche in Italia la pagina web che permette matrimoni lampo senza troppi cavilli. Avete incontrato l"altra metà della mela? Stanchi di essere solo compagni di chat? Siete sposati ma la monogamia non fa per voi? QuickWedding è la soluzione. Basta che il partner designato accetti la virtuale proposta e il gioco è fatto. Alla Quick Wedding non chiedono di che sesso è l"oggetto del vostro desiderio, né quanti anni ha o che colore ha la sua pelle: a loro basta che "clicchiate" sui loro moduli matrimoniali per dichiararvi uniti finché…altro clic non vi separi. D"altronde il messaggio sulla homepage è chiaro: "uomo con uomo, uomo con donna o donna con donna: anche se non avete raggiunto la maggiore età." Si potrebbe definire un"iniziativa lodevole, non fosse altro per premiare l"apertura mentale che permette a chiunque di giocare con il loro sito per qualche minuto. Già, perché solo di un gioco si tratta: il matrimonio, come facilmente immaginabile, non ha alcun valore legale; può essere contratto da chiunque e senza alcuna proibizione. Ecco come funziona: dopo aver contattato il sito all"indirizzo Matrimoni on line, basta mandare una richiesta di matrimonio al partner prescelto e se questo/a risponde di sì, allora riempiranno insieme un modulo con i propri dati e con un clic saranno virtualmente sposati. Con lo stesso clic saranno anche divorziati, senza nemmeno bisogno del consenso dell"amato bene. Per ora il sito risulta poco fantasioso: una homepage, la pagina delle faq (domande frequenti) e il modulo matrimoniale. Sarebbe carino da parte loro offrire una musica di riserva oltre al gelido midi di "via col vento" che accompagna un"animazione di grossi cuoricioni. Altra piccola curiosità: si possono sposare infiniti partner senza incorrere nel reato di poligamia, e se siete a corto di anelli, basta chiedere: la QuickWedding vi invierà anche le fedi. Per i più curiosi, anche la possibilità di sbirciare i nomi delle coppie precedenti.

Non è chiaro se l"iniziativa sia semplicemente l"ennesimo web-giochino o solo la patetica intenzione di fare soldi (tramite contatti pubblicitari, i certificati e gli anelli) alle spalle di qualcuno che difficilmente potrà vedere avverato il sogno di sposare una persona del suo stesso sesso. Nulla di male nel passare una mezz"oretta diversa con la persona amata cliccando qua e là, l"importante è non crederci troppo. Per chi vuole un impegno serio c"è sempre l"Olanda.

di Lily Ayo

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...