E dopo Batman e Robin, arriva la Batwoman lesbica

di

Prenderà il posto dell'Uomo Pipistrello, forse morto dopo essere caduto, senza costume, da un aereo in volo. E' la prima eroina di questo calibro ad essere dichiaratamente omosessuale.

865 0

Nell’ultimo numero di Batman pubblicato negli USA, la DC Comics riserva una fine poco eroica per il Cavaliere Oscuro: viene buttato giù da un aereo senza costume né maschera, quindi senza i poteri che lo rendono imbattibile. Il lettore non sa se Bruce Wayne, nome ufficiale di colui che la notte diventa l’amato super eroe, muore o sopravvive. Quello che ormai è certo è che a sostituirlo per i prossimi 12 numeri sarà lei, Batwoman, vissuta finora all’ombra di Batman e che adesso viene alla ribalta. Lesbica.

La nuova versione dell’eroina era già stata presentata, un po’ in sordina, nel 2006. La prima apparizione in assoluto risale al 1956 e quella Batwoman aveva anche avuto una nipote che sarebbe stata la prima Batgirl. Quando, nel 1964, la serie perse vitalità gli autori di DC Comics decisero con un escamotage di fare tabula resa e ricominciare da zero. La nuova storia voleva che le avventure narrate fino ad allora erano avvenute in una dimensione parallela (Terra – 2) e che nella realtà "vera" (Terra – 1) Batwoman e Batgirl non erano mai esistite. Come aveva anticipato Gay.it già ad agosto del 2006, Batwoman è tornata e viene descritta come "una donna dell’alta società, lesbica, che combatte il crimine nelle ore piccole". E’, probabilmente la prima supereroina di questo calibro dichiaratamente omosessuale. Naturalmente, le associazioni gay e lesbiche degli Usa hanno salutato con entusiasmo questa novità.

Leggi   Stati Uniti, esplode il caso dell'attivista intersex ucciso dalla polizia: "Aveva solo un coltello"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...