INNAMORARSI DI UNA ETERO

di

La prima cotta non corrisposta, il primo rapporto platonico, spesso il grande amore che cambia la vita...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2078 0

Succede. E succede la prima volta. A qualcuna capita d’inseguirla tutta la vita in altre storie, ad altre di dimenticarla e scoprire che si può essere felici anche senza di Lei, anzi di più.

La incontri a scuola: alle medie, al liceo, o più tardi, quando l’incoscienza va un po’ scemando, all’università. La incontri al lavoro: nello stesso ufficio che frequenti ogni

giorno o al bar dell’angolo dove trascorri le pause; è la tua capa, la tua collega, la fornaia o la postina che ti sorride tutte le mattine. E’ un fuoco che brucia avidamente. Una gioia che fa male. La scansione di un tempo che nell’attesa sembra eterno, e nelle aspettative lo resterà.

Lei è il modello di donna che vorremmo sempre avere accanto. I suoi occhi, la bocca, il volto intero s’incollano alla memoria diventando parte di noi; il suo corpo e la sua pelle entrano nei nostri sogni per non abbandonarli più. Le notti diventano giorni da vivere con la fantasia; i giorni, come le notti, prigioni di desideri insoddisfatti.

Noi siamo sue, ma Lei non lo sa. Diventiamo amiche, compagne di giochi e di lacrime da condividere. Restiamo accanto a Lei anche quando ci racconta del suo ragazzo o del suo uomo, anche quando la vediamo sempre di meno perché è innamorata o impegnata o presa da lui, anche quando avremmo avuto tanto da recriminarle per non esserci stata vicina mentre la disperazione ci soffocava la gola, e dell’anima non restava che qualche lacerato stralcio.

Innamorarsi di una etero, l’amore impossibile sentito nell’impossibilità di viverlo.

Eppure, a qualche fortunata capita di

riuscire nell’intento d’essere lei la desiderata, lei il cuore da conquistare, lei la persona che Lei attendeva da sempre, e che mai e poi mai si sarebbe sognata di trovare rinchiusa in quel corpo tanto uguale al suo. Il sogno prende forma, la storia comincia. Paure, gioie, bugie, sotterfugi, vacanze, sesso, speranze, odio, amore, passione, gioco, ribellione, lontananza, vicinanza, normalità, anormalità, matrimonio, figli, incompletezza, difficoltà, fuga, addio. Capita.

Gli anni aumentano. E’ dura dimenticare. Giorni spesi bene, giorni spesi male. L’amore è una freccia che spezza le ali. Un cacciatore senza scrupoli. Uno squalo affamato in odore di sangue. L’amore…quanto bisogno c’è dell’amore. Che fare? Luoghi solo

donne mai frequentati, Lei era l’unica, la sola. Lei che ti ha abbandonato senza mai accorgersi di te, Lei che ti ha preso tutto e senza saperlo ti ha dato tanto. Lei che ti ha toccato e si è lasciata toccare, che ti ha baciato con coraggio, che ti ha stretto tra le braccia piangendo come una bambina.

Passa il tempo sì, ma l’amore ha in serbo una nuova freccia da lanciare, lo squalo è in agguato e questa volta la preda è come te, non cerca altro che te, insieme a te vuole percorrere nuovi tratti di strada.

Dyke, bisex, etero, non importa…Lei vuole te.

Partecipa al forum donne: Cosa può pensare un’etero?

di jaguar

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...