LESBICHE METROPOLITANE

di

A Venezia il festival "Le Suonate", dedicato alla cultura lesbica. Decine di artiste da quattro paesi, tra istallazioni, performances, musica e dibattiti.

1103 0

VENEZIA – Emergere dalle città. Esplorare i percorsi artistici che si fanno portavoce dell’emancipazione femminile. Guardare alla cultura lesbica metropolitana, ma senza perdere di vista le tradizioni più radicate. E’ con questo spirito che nasce "Le Suonate", l’"International Lesbian & Women Music Festival" che si svolge il 13, 14 e 15 settembre prossimi a Mestre e Marghera, in provincia di Venezia.

Il festival "Le Suonate", organizzato dal Circolo Lesbico Drasticamente di Padova e dal Circolo ArciGay&Lesbica Dedalo, é un percorso tra i linguaggi creativi prodotti e vissuti dalle donne, nati dall’immaginario lesbico in particolare delle giovani generazioni di lesbiche. Un’arena sperimentale, intessuta di parole, di immagini, di incontri, di desideri, e soprattutto di suoni. Saranno infatti le sonorità le cifre artistiche che accompagneranno l’intera manifestazione.

Il festival è organizzato in due sezioni. Nella prima, "Suonate ad Arte" decine di artiste provenienti da ogni parte d’Italia, ma anche da Grecia, Gran Bretagna e Germania, animeranno Mestre con le loro installazioni, le performance di strada, le collettive d’arte. Si va dalla musica del Trio Farenc (foto), flauto, violoncello e pianoforte, fondato nel 1997 con l’intento di far conoscere e promuovere il repertorio musicale femminile, alle Street session con dj set e performance delle Pornflakes Girl, già protagoniste dei principali appuntamenti lesbo d’Italia.

La seconda sezione del Festival, "Suonate Live", si svolge al Centro Sociale Rivolta di Marghera, e propone appuntamenti musicali dalle 21 fino all’alba di venerdì e sabato.

Il primo giorno, si ascolta grunge, jazz, disco, ma anche la musica preziosa di Ochy Curiel (foto), cantautrice di Santo Domingo, che parla di femminismo e lesbismo nell’America Latina. Il sabato, trip hop, tammurriate dal sud Italia e rock, per scatenarsi fino al mattino.

Le "Suonate ad arte" e "Suonate Live" sono due eventi urbani, con un programma di workshop, dibattiti, mostre, street session, stage e laboratori musicali. Vogliono essere l’occasione per dialogare con la città e portare nella città culture e linguaggi creativi ad alto tasso di socialità.

La prima edizione del festival si è tenuta nel 1999 a Padova riscuotendo un notevole successo di pubblico e di critica. Per il 2002, si è pensato a Venezia, «soprattutto – spiegano le organizzatrici – per la particolare identità acquisita dalla città, quale laboratorio sociale, culturale e politico, intessuto di esperienze di cittadinanze attive, di partecipazione e di multiculturalità, che difficilmente sono riscontrabili in altre città venete. Soprattutto la terraferma può offrire una spiccata potenzialità metropolitana, aperta verso il cuore della futura città metropolitana».

Per il programma completo e tutte le informazioni, potete visitare il sito www.women.it/suonate.

Leggi   Freddie Mercury: 26 anni fa la scomparsa del frontman dei Queen
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...