MODA: E" TEMPO DI MASCHIETTE

di

Torna lo stile androgino. 2001 agressivo e tagliente

652 0

PRIMAVERA-ESTATE 2001. Qualche giornalista si lamenta e critica le modelle troppo maschie di Costume National o la sindrome dei pantaloni arricciati alla caviglia che sembra aver colpito molti stilisti di ultima generazione e che pare non donino a nessuno. A me piacciono, sdrammatizzano e credo vadano interpretati come alternativa al classico taglio maschile che francamente un pò ci ha stufato! La griffe di Capasa non si smentisce affidandosi alla confusione dei sessi: le giacche ben rifinite e ben tagliate accompagnano con garbo la linea della schiena. Quasi sempre hanno i revers di raso tipo smoking. I pantaloni sono arricciati alla caviglia e non manca la cravatta bianca da indossare a pelle. Qualche gonna dritta e stretta con lo spacco sul didietro fa da cornice abbinata spesso e volentieri a sexy top dalle scollature profonde.

Jean Paul Gaultier, invece, ci proietta verso il futuro con uno stile anarchico e un po" chic. La ragazza Gaultier fuma, butta le cicche per terra, frequenta i centri sociali, porta gli anfibi e il chiodo, ma resta elegantissima. La sfilata è accompagnata da una musica hard rock che ripete "antisocial, antisocial..".

L"atmosfera la dice tutta sul messaggio che lo stilista intende lanciare. Le modelle bevono birra dalla lattina, i loro atteggiamenti sono pari a quelli di una camionista. Ai piedi niente sandaletti ma anfibi da parà. Il mondo da cui provengono è la periferia disagiata. Belle le tinte dei suoi stampati per i vestitini di chiffon e divertenti le gonne a fazzolettoassimmetriche e i pantaloni marroni di camoscio larghissimi. Tanti i suggerimenti.

Altra cosa è Vuitton, che però resta in linea con la linea maschietta di cui sopra dando alla femminilità un tocco romantico da soldatino. Blouson militari stile Eisenhower. Cappelli da mozzo. Giacchine da ammiraglio e qualche nota sexy. Marc Jacobs ha chiamato in aiuto Stephen Sprouse, designer newyorkese molto in auge negli anni Ottanta, per la realizzazione di questa collezione. Ed ecco che dalla prossima stagione non vedremo più la classica "LV", ma grandi lettere stampate. I pantaloni saranno ancora sullo stile Capri a vita bassa. Alcune gonne a corolla di tulle con grandi fiori rossi. Molti i capi con la coulisse, dove Jacobs si diverte a gonfiare e sgonfiare una giacca o una gonna ottenendo un effetto di destrutturazione nuovo e spiritoso.

Prossimamente, altri stilisti.

di jaguar

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...