“Tempi merde omofobe e sessiste!”: vandali contro il giornale ciellino

di

Sterco e scritte sui muri. Domani il direttore parteciperà all'evento con Maroni.

Sterco e scritte sui muri. Domani il direttore parteciperà all'evento con Maroni."Tempi merde omofobe e sessiste!": vandali contro il giornale ciellinoFoto 1 - Sterco e scritte sui muri. Domani il direttore parteciperà all'evento con Maroni.
\"Tempi merde omofobe e sessiste!\": vandali contro il giornale ciellino
"Tempi merde omofobe e sessiste!": vandali contro il giornale ciellinoFoto 2 - Sterco e scritte sui muri. Domani il direttore parteciperà all'evento con Maroni.
\"Tempi merde omofobe e sessiste!\": vandali contro il giornale ciellino
3468 0

Stamattina i giornalisti della redazione del settimanale ‘Tempi’ a Milano hanno trovato dello sterco davanti al portone, che hanno poi subito rimosso, e la scritta sul muro esterno del palazzo: “Tempi merde omofobe e sessiste!”. Il giornale è fra i promotori del convegno del 17 gennaio sulla famiglia tradizionale. Un incontro, nella sede della Lombardia, in cui è impegnato come moderatore il direttore del periodico Luigi Amicone.

[Fonte: Ansa]

AGGIORNAMENTO 17:10

Le reazioni

“Dalle agenzie di stampa apprendiamo dell’atto vandalico di cui è stato vittima il giornale Tempi. L’Associazione Radicale Certi Diritti – scrive il segretario Yuri Guaiana – è un’associazione che si rifà scrupolosamente al metodo nonviolento: i nostri unici strumenti sono il confronto e il dialogo per informare e convincere. Compiere atti vandalici contro chi pure ha spesso sfornato articoli carichi d’intolleranza è sbagliato. Condanniamo, senza se e senza ma, chiunque sia stato ed esprimiamo solidarietà alla redazione di Tempi”.

Di tutt’altro tono Franco Grillini, esponente del movimento LGBT. che su Facebook commenta così:
“Notare nella foto le “S” a forma di mezza croce uncinata…uno di sinistra non le scriverebbe mai così…e se l’atto vandalico fosse di un gruppo di estrema destra che vuol far passare gli estremisti di Cl come vittime? Son 2000 anni che campano col vittimismo…”.

Interviene con un comunicato il Senatore Sergio Lo Giudice:
“La scritta offensiva sotto la redazione di Tempi è il gesto di un idiota che non ha niente a che anche fare con la ferma ma pacifica e civile reazione della comunità lgbt e delle coscienze democratiche all’utilizzo improprio del marchio di Expo per patrocinare un convegno omofobo”.

Leggi   Costumi da bagno, i migliori dell'estate 2017
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...