La guerra dei… flyers!

di

Kitsch me o That’s All, Pour Homme o Barbarella? Tra Francesco Arca, Neja e Paola & Chiara, a chi lo scettro della Milano by night? Una piccola guida...

1405 0

Milano – Un weekend senza dubbio curioso e interessante per quanto riguarda la nightlife milanese. Del resto, questo è il periodo delle inaugurazioni: nuove o vecchie serate, pronte a scatenarsi in una guerra all’ultimo flyers,  combattuta a colpi di facebook, sms, mailing list, intrighi, inciuci e chi più ne ha più ne metta. Sicuramente tutto questo colora e ravviva l’interesse dei nottambuli intorno alla movida gay:  “Tu stasera non vieni all’inaugurazione del nuovo venerdì di Milano?” – “Ma come sarà secondo te?” – “E se poi non c’è nessuno?” – “Ma il nuovo sabato, invece?” – “Ma non so, però l’ospite è interessante…”- E così via, in chat o al telefono, con i vari pr che si adoperano a spingere verso l’una o l’altra serata.

Ma andiamo nel dettaglio, cominciando con il venerdì notte. Da una parte abbiamo il Kitsch me, tornato dallo scorso venerdì nella sua sede originale del Divina (via Molino delle Armi, angolo via della Chiusa), che ispirandosi al cult movie di qualche anno diventa “Shortbus” il locale dove tutto è permesso, “un ritrovo di super dotati e di meno dotati…”. Alla consolle la porno dj  Manuela Doriani e drag show a cura di Madame, Ciquitina e Yvonne O’Neill. Per contro c’è l’inaugurazione del That’s All, sfrattato dopo un inverno di successi dalla mitica location del Rolling Stone (ahinoi pare sarà destinata a ospitare un parcheggio o un supermercato), che ha trovato una nuova “casa” presso il Quinte Club (Via Cosenz, 61 – zona Bovisa). A fare da madrine Paola e Chiara che presenteranno l’ultimo singolo e terranno a battesimo la serata, come lo scorso anno. Ci saranno la musica e l’animazione di That’s All con tante novità e riconferme: il sound commerciale e R’n’b della sala principale unito a quello happy delle atmosfere 70/80/90.

Al sabato notte si conferma il Pour Homme, presso i Magazzini Generali (via Pietrasanta, 16), serata che vanta la collaborazione tra i più forti staff organizzativi delle serate gay di Milano: G Lounge, Kick off, Billy e Pour Homme. Oltre alla proposta musicale differenziata nelle due sale, la commerciale al level 0 e la house di gran classe nel level -1, continuano gli eventi Pourhomme live, ed è la volta di Neja, regina indiscussa della dance internazionale, in promozione con il suo ultimo lavoro "Acousticlub" in cui rivisita in chiave jazz e pop noti successi internazionali come "Sweet dreams", "I’ll fly for you", "Sleeping satellite", "Man in the mirror", "You don’t understand me", "Do ya think I’m sexy" e,  ovviamente, farà ballare  il pubblico con i suoi pezzi più famosi, in un refresh in puro stile "anni 90".

Si affaccia per la prima volta sulla scena la nuova serata gay Barbarella Club, organizzata da un’ agenzia milanese di moda presso il  Tropicana (viale Bligny, 52), ospite d’onore il tronista Francesco Arca, la musica sarà a cura del dj Gianluca Argante ed è previsto uno “special night surprise show actors by: Lucas Kazan”.

Alla domenica, se non siete da buttare via, potete andare a rifocillarvi al brunch gay friendly presso il Fashion Cafè (piazza S. Marco, 1 – zona Brera). A seguire, visto che siamo a inizio stagione c’è un ottima proposta cinematografica nelle sale, giusto per fare l’ora per andare al Borgo e in alternativa, oppure a seguire, buttarsi nuovamente nella bolgia fino alle 5 del mattino al Love Machine, il Sunday house party a cura de LaMessa, presso il Limelight (via Castelbarco, 11) ad ascoltare la musica di Bianca, nota dj trans, e Paolo Bardelli.

Leggi   Freddie Mercury: 26 anni fa la scomparsa del frontman dei Queen

Buon weekend a tutti. Quanto alla “guerra”: che vinca il migliore!

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...