Marocco: liberate le ragazze incarcerate per un bacio

di

La denuncia era stata fatta proprio dalla madre di una delle due.

marocco
CONDIVIDI
54 Condivisioni Facebook 54 Twitter Google WhatsApp
4860 0

Marocco: buone notizie per le ragazze arrestate per essersi baciate in pubblico.

B.H. e C.S., di soli 16 e 17 anni, sono state liberate dalle autorità: erano state denunciate proprio dalla madre di una delle due a causa di una foto in cui si baciavano, scattata da un parente.

Le due erano state accusate di omosessualità in base all’articolo 489 del codice penale del Marocco, reato per cui sono previsti sino a tre anni di prigione. In carcere, come rivelato da una di loro, erano state trattate malissimo: erano state costrette a subire violenze verbali da parte dei compagni di detenzione e del personale carcerario. Dopo alcuni giorni erano state rilasciate e tenute agli arresti domiciliari, dopo le pressioni di gruppi umanitari locali.

Ora, per fortuna, grazie alle mobilitazioni di associazioni LGBT e umanitarie da tutto il mondo, la storia si è conclusa con un lieto fine: a farlo sapere il Collectif Aswat, associazione LGBT del Marocco.

 

Leggi   Scozia, il Governo si appresta a 'perdonare' le persone in passato condannate perché omosessuali
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...