L’allenatore fa coming out con i suoi ragazzi: “Sono transgender”

di

Kaig Lightner ci dimostra che anche nel calcio si può educare al rispetto delle persone LGBT.

10367 0

L’ambiente sportivo, specialmente quello calcistico, non è certo famoso per la sua apertura verso le persone omosessuali e transgender. L’ostracismo verso il coming out degli atleti e l’omofobia delle tifoserie restano purtroppo fenomeni assai diffusi.

In Italia anche a livello giovanile le cronache ci hanno raccontato tanti episodi di omofobia e discriminazione, spesso originati proprio da coloro che dovrebbero educare: i genitori dei giocatori.

Quanto avvenuto negli Stati Uniti, a Portland, ci dimostra che un altro scenario è possibile. Kaig Lightner fondatore e allenatore della squadra giovanile del Portland Community Football Club, ha fatto coming out con i suoi piccoli calciatori ammettendo la sua identità di uomo transgender.

Dopo qualche momento di incertezza, come si può ben vedere nel video, la reazione dei bambini non lascia spazio a dubbi sull’amore per il loro allenatore. Anche i genitori hanno voluto mandare messaggi di incoraggiamento e di apprezzamento per la lezione di onestà, coraggio e accettazione che l’uomo ha voluto dare ai suoi piccoli atleti.

Leggi   Il presidente dell'AIC: "Gay nel calcio? Siamo pronti"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...