Perché hai fatto coming out? Questi ragazz* ce lo raccontano!

di

L'11 ottobre è il Coming Out Day: ecco come alcuni umani hanno affrontato questo momento nevralgico.

CONDIVIDI
55 Condivisioni Facebook 55 Twitter Google WhatsApp
3898 0

L’11 ottobre è il Coming Out Day: la ricorrenza, istituita per la prima volta nel 1988 da Robert Eichberg, psicologo del New Mexico, e Jean O’Leary, politico ed attivista LGBT di Los Angeles, si propone di celebrare la libertà di dichiarare al mondo quello che si è, senza censure e senza paura alcuna.

I ragazzi del Cassero, il centro LGBT bolognese più longevo d’Italia, hanno realizzato questo corto in collaborazione con ArciLesbica Bologna e KOMOS – Coro Gay di Bologna: 16 ragazz* LGBT raccontano la propria esperienza, come e perché hanno fatto coming out e qual è stato il cambiamento avvenuto nelle loro vite dopo tale evento.

I risvolti umani sono molteplici: dalle famiglie che lo hanno accettato senza problemi a quelle che hanno avuto bisogno di tempo, dai coming out precoci a quelli tardivi.

Leggi   Robert Páez, il tuffatore venezuelano fa coming out: 'Sono nato gay'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...