Un Pride virtuale per chi non lo ha: questo video vi farà venire la pelle d’oca

di

Molte persone non potevano vivere la gioia dei Pride. Ora sì.

CONDIVIDI
732 Condivisioni Facebook 732 Twitter Google WhatsApp
30883 1

Pride significa celebrare chi sei e chi ami, con gioia e libertà.

Ma milioni di persone in tutto il mondo non possono ancora prendervi parte.

Questa è la storia di Alba Reyes e Sergio Urrego, suo figlio, suicidatosi perché discriminato a scuola solo per il suo orientamento sessuale. Aveva soli 17 anni. Alba da allora gira per tutta la Colombia, insegnando nelle scuole cosa significa diversità, accettazione e normalità, per abbattere la discriminazione nei confronti della comunità LGBT. Tra i progetti da lei portati nelle scuole quello in collaborazione con Google, che attraverso Google Cardboard ha fatto vivere un Pride a tutti coloro che non possono prendevi parte. Le reazioni degli studenti sono incredibili.

#Pridforeveryone, non importa dove vi troviate! Ecco il video realizzato in realtà aumentata per vivere l’esperienza del Pride. Mettetelo a tutto schermo e a massima qualità e usate il cursore in alto a sinistra per muovervi nello spazio!

Leggi   Dolomiti Pride, la provincia autonoma di Trento nega il patrocinio
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...