ANGELI CON LA CODA 14

di

Ricky culinario, Vialli e Elton, gay e Montalbano. Splendido Rosolino e orrido G8.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2228 0

Ricky culinario e mentitoreRicky Martin si dà alla ristorazione. Come alcuni illustri predecessori star di Hollywood, anche il portoricano di origini gay apre un ristorante a Los Angeles. La cucina sarà caraibica, con un occhio di riguardi ai menù vegetariani. Piatto forte: finocchi e piselli. Non è uno scherzo: grilled fennels and peas with mushroom sauce. Sta scritto nel menù! Se non è una provocazione questa…… Un ulteriore gossip per i più avidi. Per alcuni mesi è girata voce che la popstar latina fosse in tenera amicizia con un bel ragazzo nero che stazionava nel backstage degli show. Interrogato il moro non smentiva. Ma si trattava di uno scherzo messo su con la complicità di Martin. Si tratta, infatti, del guardarobiere personale.

Gianluca e Elton – Allora, quando si parla di Vialli bisogna andarci pianino. Nel ’91 o giù di lì, infatti, l’ex calciatore querelò un giornalista del giorno, reo di aver insinuato sulla sua sessualità Vennero chiesti 30 miliardi, ma il giudice, pur dando ragione a Vialli, ne liquidò solo trenta milioni. Allora atteniamoci ai fatti. L’ex nazionale azzurro, dopo aver allenato la squadra londinese del Chelsea ha accettato la panchina dello Watford. Lo Watford è di proprietà di Elton John, che è gay dichiaratissimo. Con questo, per carità nulla si vuole insinuare. Anzi è meglio ripetere: Gianluca Vialli non è gay, Gianluca Vialli non è gay, Gianluca Vialli non è gay…ad libitum

Montalbano e il delitto gay – Nell’ultimo romanzo di Andrea Camilleri, "L’odore della notte", il commissario Montalbano si trova alle prese con due scabrosi delitti. E con una love story omosex fra le vittime. Un amore non dichiarato, né ostentato, ma noto ad alcuni abitanti del piccolo centro siciliano, Vigata, in cui sono ambientate le storie del commissario più famoso di Sicilia. La soluzione arriverà solo nelle ultime righe, quindi non anticipiamo nulla, ma ancora una volta Camilleri si dimostra attento alla realtà sociale dei nostri tempi. In attesa di un nuovo film – tv con Luca Zingaretti.

Pensiero stupendo – Bis. Per Massimiliano Rosolino, oro nei 200 misti ai mondiali di Fukuoka. Aveva detto di no a Tinto Brass che lo voleva nel suo ultimo film: "Ci ho pensato, accidenti, erano bei soldi e un sacco di fama. Ma fare l’attore non è il mio mestiere". In compenso si era già messo alla prova con una piccola comparsata in "Un posto al sole". 1 metro e 92 per 82 Kg. di pura potenza ed eleganza. Nei giorni della vittoria si diletta a leggere Oscar Wilde e cita "la miglior persona da amare sei te stesso". Sirena edonistica.

Pensiero orrendo – Il blitz alla scuola Diaz, nel quartier generale del Genoa Social Forum. Gli scontri, i lacrimogeni, le devastazioni. E la morte di Carlo Giuliani, su cui tanto si è detto. Sangue sui pavimenti, teneri signori sessantenni pestati a morte, che neanche fossero mafiosi stragisti, giornalisti della CBS trattati come criminali. Sono scene da sud – America, più che da Europa. Nella città di Fabrizio de Andrè, poeta degli umili e degli ultimi, in quella vie così simili a via del Campo si è messo in scena il più terribile spettacolo dagli anni di piombo ad oggi.

di Paola Faggioli

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...