ANGELI CON LA CODA 29

di

Ally Mc Beal sempre più gay, l'amore secondo Dolce e Gabbana, folle New York. Splendido Kroeger, orrido Zingaretti...

937 0

Ally Mac Beal sempre più gay – Il telefilm più chiacchierato d’America celebra un lieto evento: il matrimonio di una delle protagoniste, Portia de Rossi, con l’amica del cuore Francesca Gregorini, cantante e figlia naturale dell’ex Beatle Ringo Starr. Le due erano state beccate qualche mese fa mentre si scambiavano baci appassionati al tavolino di un club molto "hip" di Hollywood. Ovviamente nessuna conferma dall’ufficio stampa dell’attrice. Anche se siamo nella Mecca del peccato, l’omosessualità esplicita di una teen-idol, può risultare molto imbarazzante.

Vent’anni d’amor – Se vi capita di andare dal parrucchiere, troverete in un giornale del settore sciampiste una lunga intervista con la coppia più coppia della moda italiana: Stefano Gabbana e Domenico Dolce. I due celebrano vent’anni di vita assieme ed esprimono il loro parere sulle convivenze gay. Il matrimonio? "Il matrimonio tra uomini mi sembra ridicolo"; I figli? "Abbiamo visto quello che è capitato ai nostri amici….. invece di chiedere un utero in affitto, preferiamo fare qualcosa per il terzo mondo".

New York per single – Si sa è la patria dei non accoppiati, dei sex addicted, dei sado-porno-maso, eccetera. Ultima novità: nel quartiere di Chelsea, pura Manhattan, la più famosa libreria gay, in collaborazione con il Monster Bar del Village organizza una specie di tombolone dell’amore. Ogni giovedì sera ci si ritrova all’ingresso del bar e si sceglie di indossare una coccarda: bianca se si cerca un compagno di chiacchere, verde se si vuole conoscere il ragazzo un po’ meglio, rossa se ci si vuol lanciare nella più triviale orgia. E, fin qui, non c’era neanche bisogno di organizzarsi. La novità sta che gli "esclusi" vengono ripescati attraverso un sorteggio e messi insieme fra loro. Insomma, o così o cosà, qualche cosa ti fanno combina’.

Pensiero stupendo – Chad Kroeger, cantante dei Nickelback. Il ritorno del maranzo. Basta con quelli tutti bellini, tutti raffinati e self-conscious. Rivogliamo l’"omo vero", in decollète da camionista e capello selvaggio. Tanto, se non l’avete visto, lo vedrete su Mtv, questo canadese spavaldo, nel video "How you remind me", un rockone melodico, che narra la triste storia di un amore finito (eh, che novità!). Ruvido e sincero.

Pensiero orrendo – Ma a chi è venuto in mente di appiccicare un parrucchino a Luca Zingaretti? Non bastava il rifacimento di quel polpettone di "Incompreso"? Bisognava procedere anche al rifacimento della chioma del protagonista? E perché poi? Un padre disattento lo si vede dal crine troppo pettinato, o dal riporto volitivo? Il regista aveva paura di una confusione fra Perlasca, Montalbano ed il papà? Oramai il danno è fatto, ma rovinare un così bell’uomo, non è un crimine da poco, cari padri della fiction!

di Paola Faggioli

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...