Matt Bomer e il dolore del coming out: “La mia famiglia non mi ha parlato per sei mesi”

di

"Mia mamma mi ha invitato a Houston a parlare a gruppi di donne: dirò loro che le cose possono migliorare, ne sono l'esempio".

14436 0

Essendo cresciuto in una famiglia cristiana e conservatrice del Texas, Matt Bomer sapeva che confessare ai genitori di essere gay non sarebbe stato semplice, ma l’ha fatto e le cose si sono sistemate solo dopo qualche anno, come ha confessato in un’intervista pubblicata ieri.

Fare coming out con la propria famiglia è una sfida enorme ha rivelato l’attore a Out Magazine in un’intervista pubblicata ieri. “Distinguo la mia vita in due parti: quella precedente al coming out in famiglia e quella successiva. E le decisioni che ho preso e le vite che ho vissuto, prima e dopo, sono completamente differenti l’una dall’altra, come la notte e il giorno”.

Matt Bomber era un giovane e sconosciuto attore quando decise di inviare una lettera ai suoi genitori per fare coming out: “Ho scelto la lettera perché non sarei riuscito a controllarmi se avessi tentato di farlo di persona”. La loro reazione, tuttavia, non fu delle migliori: seguì un lungo silenzio, di circa sei mesi. “Poi sono tornato a casa e abbiamo avuto l’esplosione che ho sempre temuto” ricorda. “Alla fine, però, abbiamo iniziato a capire che l’unica cosa che importava era trovare un modo per capire come amarsi, ma c’è voluto davvero tanto tempo: anni“.

Anni ormai messi alle spalle, anni che gli hanno permesso di guardare a quel periodo con più distacco e soprattutto di perdonare: “Credo sia una battaglia per chiunque mettere da parte i propri paradigmi, le proprie convinzioni e rovesciare completamente il copione”. 

Ora tutto gira per il meglio: Matt è uno degli attori più richiesti di Hollywood e da anni è sposato con Simon Halls, con cui ha anche avuto tre bambini. La stessa famiglia che anni prima lo aveva quasi ripudiato ha accolto con grande gioia Simon: “Mia mamma pochi giorni fa ha chiesto a me, a Simon e ai ragazzi di raggiungerli a Houston per parlare a gruppi di donne. Dirò loro che le cose possono migliorare e io ne sono l’esempio: tante persone mi hanno spinto a declinare ogni aspettativa e a liberarmi dei miei parenti. Ma loro erano e sono la mia famiglia”.

Leggi   Casa vacanze di Livorno invita per un weekend la coppia gay discriminata in Calabria
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...