QUEL PAZZO GAY SHOWBUSINESS

di

Pete Burns dei Dead or Alive spopola tra i gay. David Palmer cambia sesso. A San Francisco si sposa Rosie O'Donnell ma non Elton John. Tom Ford lascia...

1605 0

Musica. Il mondo della musica rock ha registrato senza troppi scossoni il fatto che David Palmer, l’ex tastierista del gruppo rock dei Jethro Tull, ha cambiato sesso e da ora in poi il suo nome è Dee. Intervistata dal quotidiano scandalistico britannico Mirror, Dee ha detto di voler essere giudicata solo per le sue capacità musicali e non per altro. Palmer, oggi 66enne, ha recentemente realizzato un nuovo album in Spagna in uno studio di registrazione di Lanzarote. La sua carriera musicale è cominciata nell’esercito britannico, quando suonava il clarinetto nel corpo delle guardie a cavallo reali. Il suo desiderio di voler cambiare sesso non è una cosa recente ma il percorso pratico necessario al cambiamento è stato intrapreso solo dopo la morte della moglie Margaret, avvenuta quasi 10 anni fa. Tuttavia, ha detto Palmer, “Mi sento donna dall’età di tre anni”. Ian Anderson, cantante del mitico gruppo dei Jethro Tull, che conosce Palmer da tantissimi anni, ha confessato di aver fatto fatica ad accettare la notizia all’inizio ma che adesso ha capito e da il suo pieno sostegno al musicista.

Nel 1985 le radio suonavano incessantemente la turbinosa “You spin me around” dei Dead or Alive. A tanti anni di distanza l’eccentrico e talentuoso cantante del gruppo Pete Burns (foto accanto al titolo) è ancora in pista e spesso di scena ai gay party più di successo di Londra, come il G-A-Y o il Cock. Pete ha da poco registrato un nuovo singolo scritto e prodotto dai Pet Shop Boys, intitolato “Jack and Jill party” e lanciato tramite l’etichetta indipendente dei Boys, Old English Vynil. Si tratta di una trascinante e ritmata electronic dance, perfetta per le colorate esibizione del cantante.

Gli stessi Pet Shop Boys hanno appena lanciato il loro nuovo singolo “Flamboyant”, che li ripropone nella loro classica e inimitabile formula. Il singolo è gia ben piazzato nelle classifiche europee, il che promette una calda accoglienza per l’imminente tour di concerti che inizierà il 16 maggio a Dubai e proseguirà attraverso Giappone, Brasile e Messico prima di approdare negli Stati Uniti ed Europa. Il nuovo concerto combinerà elementi del loro show “Barfly” e del precedente tour “Release”.

Della recente ondata di matrimoni celebrati in quel di San Francisco quello più fotografato è stato quello tra l’attrice Rosie O’Donnell (“Ragazze vincenti”, “I Flintstones”) e la sua compagna Kelli Carpenter. Entrambe le donne sono anche delle mamme per cui subito dopo la cerimonia sono rientrate precipitosamente a New York, dove vivono con la loro famiglia allargata. Niente luna di miele classica, dunque, e poco miele anche nelle sue dichiarazioni relative ai commenti che il presidente Bush ha fatto in riguardo al desiderio di sancire unioni tra persone dello stesso sesso: “Secondo me” ha detto la O’Donnell “si è trattato delle parole più malvagie e di odio mai pronunciate da un presidente in carica. Sono incredula e disgustata.”

Durante i giorni in cui venivano celebrati questi matrimoni, prima che venisse bloccato il rilascio delle licenze matrimoniali, alcuni giornali avevano anche riportato la notizia secondo cui anche Elton John si voleva unire in matrimonio col suo compagno, il canadese David Furnish. Il cantautore, che ha divorziato da sua moglie Renate Blauel nel 1988, ha invece smentito la notizia e in un comunicato ha precisato: “David e io siamo a favore del matrimonio gay, ma non abbiamo progetti in tal senso.” Nella sua natìa Inghilterra intanto sta procedendo in Parlamento l’iter legislativo per il riconoscimento delle coppie gay.

Moda. Nel mondo delle passerelle recente è il divorzio della griffe Gucci dallo stilista gay texano Tom Ford. La collaborazione era iniziata nel 1990 e quattro anni dopo Ford aveva assunto il ruolo di direttore creativo, rilanciando in grande stile il marchio italiano Gucci (che comunque è di proprietà dei francesi del gruppo Ppr) e collezionando successi a base di lusso e look. In occasione della presentazione milanese dell’ultima collezione a firma Ford grande svolazzìo di petali di rosa ed un tenero e protratto abbraccio tra il bel Ford ed il suo compagno di lunga data, il giornalista Richard Buckley. Adesso è il momento di voltar pagina. Che ci sarà nel futuro è pura speculazione: forse altra moda o forse il mondo del cinema.

Cinema. In “Alexander the great”, diretto da Oliver Stone, Colin Farrell (“La regola del sospetto”, “Veronica Guerin”) esibisce una bionda chioma nei panni del re macedone e condottiero Alessandro Magno, vissuto nel terzo secolo AMG (Avanti Mel Gibson). Notoriamente Alessandro, mentre regnava su un territorio che si estendeva dalla Grecia all’Egitto, trovava il tempo per sesso e sentimenti, campo nel quale poteva esibire il suo orientamento sessuale a 360 gradi. Farrell ha confermato che il film toccherà l’aspetto della bisessualità di Alessandro ma ha ridimensionato voci secondo le quali l’elemento omosessuale della trama avrebbe dominato la vicenda. “Allora non c’era neanche una parola per definirla” ha detto l’attore, “era semplicemente parte della cultura. Succedeva che uomini più grandi passassero molto tempo coi più giovani, passando loro conoscenze ed esperienze, e che ci andassero anche a letto insieme. Non è un film gay, non è un film etero… è solo un c***o di storia”.

Leggi   Estate 2017: i consigli della Marchesa d'Aragona per essere chic anche sotto l'ombrellone

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...