Scanu su Twitter: “Darei un calcio a chi lavora demotivato”

di

Dal suo profilo su twittr, Valerio Scanu attacca quelli che, secondo lui, lavorano svogliatamente: "Se fossi il loro datore li prenderei a calci al c...". Critiche e polemiche...

2446 0

Uno sfogo per alcuni disguidi in cui è incappato? O semplicemente un tweet acido e di cattivo gusto? Valerio Scanu. dal suo profilo sul sito di microblogging pubblica un tweet che attacca chi, secondo lui, lavora in maniera svogliata nonstante la grave crisi occupazionale che l’Italia sta attraversando. "Se fossi il vostro datore vi darei un calcio al culo" scrive il giovane cantante, attirando un fume di insulti ei di polemiche.

Il messaggio, in realtà, risale a qualche settimana fa, ma è stato molto commentato nelle ultime ore perché è stato ironicamente ripreso da alcuni utenti di Twitter. "Mi giro intorno e vedo un sacco di gente che lavora demotivata da fare schifo… – recita il tweet – se fossi il vostro datore vi darei un calcio al culo #crisi".

Il tweet è decisamente poco simpatico e non ha aiutato i detrattori a cambiare idea sul suo caratteraccio. Scanu, in realtà, era già stato accusato durante la sua partecipazione ad Amici di essere scarsamente dotato di ironia e questo nuovo scivolone alimenta l’antipatia che in molti nutrono nei suoi confronti. "certo che detto da te che non fai un ca**o c’è da pensare" commenta @lupoditalos e @0pasqua0 aggiunge "se prendessi 700€ al mese, forse anke tu saresti demotivato e forse ci sarebbe qualcuno che il calcio in culo lo darebbe a te..", "Ma bada sto fonato… ti ci manderei bada a fare 8 ore da qls parte…" risponde @hangelo82 per finire con @frandiben che commenta sarcastico "ci vuole impegno e motivazione x curarsi quei boccoli".

Leggi   Profughi gay ad Asti, sui social network scatta l'onda d'odio
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...