AL CAPEZZALE DELL’EURO

di

Suggerimenti per trovare il promotore giusto

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Nel commentare la settimana che si è appena conclusa, il fatto che più di tutti emerge in mezzo a tanto caos finanziario coma mai avevamo visto prima, è il nuovo tracollo della moneta unica europea.

Infatti, a seguito del sempre più accentuato ed improvviso rallentamento del motore economico nel vecchio continente, abbiamo assistito ad una battaglia decisamente impari tra la nostra valuta ed il gigante dollaro, che nonostante la frenata dell’economia Usa rispetto al passato, si mostra ancora forte e senza rivali.

La Bce, dopo la recente manovra di abbattimento dei tassi non ha replicato con un nuovo intervento, ma adesso cominciamo ad intravedere una preoccupazione nei nostri banchieri centrali che in precedenza non era avvertita, e sebbene lo spauracchio inflazione tenga banco più che mai sui tavoli di Francoforte, si fa sentire l’esigenza di una politica maggiormente incisiva sul fronte tassi.

In America, dove per il momento non vi sono novità rilevanti a livello macro, a focalizzare l’attenzione dei media è stata più che altro la decisione di un senatore repubblicano di abbandonare il partito e di formare una entità autonoma, cosa che ha tolto allo schieramento del presidente Bush un seggio importantissimo che teneva in equilibrio democratici e repubblicani, e che adesso ha ridotto in minoranza questi ultimi.

Grossi ostacoli dunque aspettano al varco la Casa Bianca in questa delicatissima congiuntura, e tutto ciò non potrà far altro che influenzare i mercati finanziari, ponendo serie incertezze sulla ripresa economica Usa.

Comunque dobbiamo osservare un comportamento cauto delle borse, che non hanno risentito per il momento di grossi contraccolpi, ed anche in Italia è stata casomai la vicenda Edf/Montedison a dare qualche emozione nel mercato telematico.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...