Apple toglie la app per convertire i gay

di

Dava consigli spirituali per guarire i gay in sessanta giorni. Dopo una petizione, Apple ha rimosso la app dal suo store. Ma gli utenti Android possono ancora scaricarla...

9678 0

Si chiama Setting Captives Free ed è l’app che promette di convertire i gay. Da oggi, però, non potrà più essere scaricata dall’Apple Store grazie alla petizione di All Out, un’associazione per i diritti gay, che ha organizzato una petizione online con la quale ha raccolto oltre 300.000 firme per farla rimuovere. Google invece non ha ancora deciso e nel suo Google Play è ancora disponibile al download.

Setting Captives Free, in partica, offre una serie di soluzioni mediche e spirituali in modo da predisporre un piano che in 60 giorni consente – secondo l’app – di guarire dall’omosessualità. All Out è riuscita a raccogliere oltre 300.000 adesioni in meno di 48 ore facendo così pressione su Apple, cha ha prontamente risposto, e su Google, che per adesso tace.

Come sottolinea un rappresentate della All Out «È così ridicolo che qualcuno pensi ancora all’omosessualità come ad una malattia da poter curare e ancor di più lo è pensare che tale cura possa essere adottata sfruttando uno smartphone, che difficile non ridere. Purtroppo, però, ci sono persone vulnerabili e intimorite dal giudizio degli altri che potrebbero prendere sul serio questo tipo di app. Noi siamo preoccupati per coloro che potrebbero subire ripercussioni psicologiche nell’utilizzare app di questo tipo».

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...