BANCOMAT TRUFFALDINI

di

Esplodono in estate le truffe su carte bancarie e di credito. Le tecniche più usate quelle della carta bloccata e della clonazione. Ecco come difendersi.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
947 0

E’ stata tutto sommato un’altra settimana tranquilla sulle piazze finanziarie, sebbene non giungano ancora grossi segnali di risveglio dell’economia mondiale.
A tale proposito la Fed ha ulteriormente abbassato i tassi americani di un quarto di punto, mostrandosi ancora preoccupata per l’andamento della crescita (rivisto tra l’altro al ribasso il Pil Usa del I° trimestre).
In Europa invece il presidente Duisemberg ha escluso (a meno di clamorose sorprese) altri tagli ai tassi di riferimento, proponendo piuttosto un grosso lavoro comunitario per riportare in alto la fiducia dei consumatori.
Per il resto, comincia a sentirsi l’atmosfera vacanziera…..

LA LENTE DI INGRANDIMENTO
Estate, tempo di vacanze, di dorate spiagge, di passeggiate spensierate e, perché no, di shopping sfrenato. Ed allora via di corsa agli sportelli automatici per ingrassare i portafogli e mano alle carte per far “impazzire” i Pos.
Ma proprio in questi mesi si stanno registrando aumenti nei casi di truffa o clonazione delle nostre amate carte. La più diffusa è quella della carta bloccata. Il truffatore sovrappone una falsa mascherina alla fessura di ingresso della tessera, ed una volta che il cliente ha inserito la carta questa si blocca. A questo punto, dopo vari tentativi di recuperarla, giunge l’imbroglione nei panni del falso cliente, che offre il proprio aiuto ed invita l’ignara vittima a ridigitare il codice che in questo modo viene memorizzato. Ovviamente la tessera non ritorna fuori, ma una volta che il cliente vero se ne va sconsolato il raggiratore recupera la tessera e preleva senza problemi conoscendo il codice.
Un’altra situazione frequente è quella che vede la clonazione della carta, e si rivolge in particolare alle transazioni effettuate tramite Pos e prevalentemente con carte di credito. In sostanza, una volta che la carta viene passata al lettore manomesso, un dispositivo apposito cattura i numeri di carta o di Pin e li invia ad un Pc in grado di gestirli trasferendoli su una carta in bianco che sarà un perfetto duplicato della prima e che consentirà ogni operazione.
Come difendersi?
Beh, innanzitutto dobbiamo far attenzione a che nessuno sia in grado di osservarci mentre digitiamo il numero segreto, sia per strada che ad un Pos, e per nessuna ragione i numeri della carta devono essere rilasciati ad estranei. Quindi controlliamo spesso il nostro estratto conto per capire se vi sono scritture anomale, ed in ogni caso conserviamo le ricevute delle transazioni fino a che queste non vengono addebitate.
Se abbiamo sentore di una truffa l’unica cosa da fare è chiamare il numero verde e bloccare la carta. Ricordiamo che per il bancomat/pagobancomat il numero è 800822056 (+390245403768 dall’estero), mentre per le carte di credito esso varia tra le diverse tipologie, per cui è opportuno richiederlo sempre al vostro istituto.

di Sirio Belli

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...