BOX PIENI DI SORPRESE

di

Se investire nelle case richiede un capitale troppo ingente, potrete sempre accontentarvi di un garage. Sembra una battuta, invece è uno dei nuovi trend, e tra i più...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Quella che stiamo vivendo è sicuramente una fase laterale per i mercati azionari, in cui c’è comunque una leggera prevalenza dei realizzi.
Una serie continua di dati macro e risultati aziendali non riesce infatti ad indicare una precisa direzione.
Le economie traccheggiano pur non evidenziando problemi insormontabili.
Sui listini osserviamo la debolezza del settore tech (stime deboli per il colosso Cisco) e del chimico (pessimi dati trimestrali di Bayer), mentre è in ripresa l’automobilistico (in Italia il titolo Fiat è di nuovo sopra i 6 €).
Da seguire la vicenda UE/Microsoft, che vede il colosso a stelle e strisce sotto accusa per violazione della concorrenza e con la spada di Damocle di una multa senza precedenti.

LA LENTE DI INGRANDIMENTO
Volete investire in immobili ma i prezzi delle case vi scoraggiano?
La soluzione potrebbe venire dai box o dai posti auto al coperto.
Eh si, perché specialmente nelle città più grandi e caotiche (dove le limitazioni per le auto si fanno sempre più pressanti), ma anche in quei centri minori dove le isole pedonali si allargano a macchia d’olio, i livelli dei prezzi e dei rendimenti di questi spazi danno l’esatta misura sulla bontà di questo investimento.
I prezzi per l’acquisto di un box nelle zone centrali può andare dai 20000 € di Bari ai 40/50000 € di Roma e Milano, mentre il rendimento medio proveniente dalla locazione oscilla dal 6% di Firenze e Genova al 7/9% di Roma e Milano ed al 10,6% di Bari.
Secondo esperti del settore i prezzi rimarranno stabili per tutto il 2003, mentre torneranno a salire nel 2004 anche se in misura inferiore rispetto al residenziale.
Per quanto concerne il rendimento della locazione occorre tener presente alcune variabili che possono influenzare non poco la sua consistenza (restrizioni delle aree di traffico, cambi di viabilità), e pure i rischi connessi alla locazione medesima come il vincolo contrattuale che impedisce al proprietario di vendere prima di un certo periodo di tempo, e l’affidabilità stessa del locatario.
Come tutti gli investimenti anche quello in box richiede attenzione e cautela, soprattutto nella scelta dell’ubicazione e successivamente in quella dell’affittuario; rimane comunque interessante per le prospettive remunerative, in ottica diversificazione ed in alternativa agli scarsi rendimenti che gli strumenti finanziari offrono in questo periodo di magra.

di Sirio Belli

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...