BUONO SCONTO PER PC DAL GOVERNO

di

Tra le buone notizie (poche a dire il vero) portate dalla finanziaria 2004 troviamo il progetto "PC alle famiglie", che prevede un'agevolazione per l'acquisto di un computer.

La crescita economica negli Stati Uniti ha mostrato segnali di rallentamento nel corso dell’ultimo mese e mezzo, e nel contempo le pressioni sui prezzi e sui salari rimangono a livelli contenuti.
Così si esprime in sintesi la Federal Riserve nel consueto Beige Book che prepara la riunione del comitato operativo sui tassi.
Si osserva poi come la spesa delle famiglie americane si sia leggermente indebolita su tutti i fronti (settore immobiliare compreso), e come per il momento non si avvertano pericoli dal fronte inflazione benché il prezzo del greggio continui a minacciare la stabilità dei prezzi.
Dall’altro capo dell’oceano la Bce, nel consueto bollettino mensile, ha evidenziato il fatto che la ripresa in Eurolandia dovrebbe essere più vigorosa nel 2005, che anche in questo caso il prezzo del petrolio potrebbe essere un rischio concreto sulla crescita e sui prezzi (l’inflazione prevista per il prossimo anno comunque dovrebbe subire una leggera limatura), e che esiste un reale pericolo di bolla immobiliare da non trascurare nell’immediato futuro.
Per quanto riguarda i mercati da segnalare a Piazza Affari le performance non esaltanti del settore bancario alla luce di deludenti dati semestrali, il buon recupero degli energetici, e qualche spunto nel settore tecnologico.

LA LENTE DI INGRANDIMENTO
Tra le buone notizie (poche a dire il vero) portate dalla finanziaria 2004 troviamo il progetto “PC alle famiglie”, che prevede un’agevolazione per l’acquisto di un computer.
Nello specifico tale agevolazione si concretizza in un contributo di 200 € sull’acquisto di un PC nuovo di zecca, ai contribuenti che oltre alla residenza in Italia abbiano un reddito complessivo non superiore ai 15000 € (riferito all’anno 2002 ed al netto della deduzione prevista per il reddito derivante dall’abitazione principale).
Tale contributo verrà erogato purché il PC oggetto dell’acquisto sia composto da unità centrale e disco rigido interno, sistema operativo adatto ad ospitare software applicativi di produttività o gestionali, e la predisposizione per l’accesso ad internet.
Per riconoscere i rivenditori che aderiscono all’iniziativa occorrerà verificare l’esistenza di speciali adesivi pubblicizzanti il progetto, posti sulle vetrine dei negozi.
Agli stessi esercenti, al momento dell’acquisto, dovrà essere fornito il codice fiscale ed esibito un documento valido per il riconoscimento.
Ricordiamo infine che l’incentivo durerà fino all’agosto 2005.
Ulteriori notizie le potete trovare sul sito www.governo.it alla voce “Dossier-PC alle famiglie”.
Insomma, per coloro che rientrano nei canoni reddituali individuati, una buona opportunità per dotarsi del PC qualora non l’avessero già fatto.

di Sirio Belli

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...