CONSUNTIVO DI FINE ESTATE

di

Tornati dalle vacanze? Bene. Sarà il caso di dare un'occhiata al vostro portafogli, alleggerito dalle spese pazze. Qualche consiglio per una gestione oculata.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


LA LENTE DI INGRANDIMENTO
Come tutti gli anni, ahimè, ci ritroviamo in due balletti alla fine dell’estate, distrutti stavolta da un caldo senza precedenti e con le tasche più vuote che mai con i prezzi (e quindi l’inflazione) in decisa ascesa.
E proprio perché i nostri portafogli sono sempre più sotto assedio di questi assurdi aumenti che rendono la vita davvero onerosa e noi un po’ più poveri, è giusto che dopo lo stacco mentale dell’estate esaminiamo attentamente le nostre finanze e cerchiamo il più possibile di attenuare i deleteri effetti dell’impennata del costo della vita stessa.
Ricordate innanzitutto di passare dal vostro consulente di fiducia e di farvi consegnare la “fotografia” dei risparmi personali.
Stabilite quindi le nuove direttive del portafoglio (o conservate la vecchia impostazione purché azzeccata per le vostre esigenze) e passate poi ad esaminare le varie spese.
Controllate quindi le spese del conto corrente, quelle del rapporto titoli, della carta di credito, i tassi creditori/debitori del conto, le spese di chiusura, le commissioni per le varie operazioni in titoli ed i costi del risparmio gestito.
Ovviamente dopo il controllo, ed avendo giusti termini di raffronto (ricordate che non potrete di certo avere tutto a costo zero, visto che comunque il servizio bancario è un lavoro prestatoci e che come tale è giusto remunerarlo), cercate di spuntare condizioni migliori e di limare il più possibile su tutti i fronti.
Non dimenticate poi che tutti i principali istituti di credito hanno convenzioni migliorative delle condizioni standard, se non addirittura conti correnti “a pacchetto”, che a fronte di un costo fisso mensile (in genere non elevatissimo) comprendono la quasi totalità delle operazioni offrendo in molti casi anche vantaggi (assicurazioni gratuite, carte di credito, abbonamenti, ecc…) che visti nell’insieme rendono la proposta decisamente allettante.
Anche nelle piccole cose potete risparmiare.
Ad esempio se domicilierete le bollette di casa vostra autorizzandone l’addebito sul conto, in moltissimi casi avrete la possibilità di non pagare commissioni, saltando quindi anche il costo del bollettino che sostenete andando alla Posta.
Contrattare, contrattare, contrattare: questa è la parola d’ordine di questa sudata fine estate tropicale….

di Sirio Belli

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...