CRONACHE DALLO SHOPPING

di

Reazioni gay agli arrotondamenti selvaggi!

623 0

E alla fine anche il governatore della Fed è riuscito ad evitare le pressioni dei sempre avidi investitori per un’ennesima riduzione dei tassi americani e, complice un netto quanto inaspettato miglioramento dei dati sul pil del quarto trimestre 2001, ne ha potuto mantenere inalterato il livello attuale all’1,75%.

Secondo Greenspan l’attività economica sta cominciando a rinvigorirsi, disegnando per il futuro scenari decisamente positivi, anche se il livello di guardia per possibili indebolimenti o per false partenze resta quanto mai elevato, dichiarandosi pronto a ridurre nuovamente i tassi qualora se ne presentasse la necessità.

Le parole del guru economico degli States hanno trovato un alleato nel presidente Bush che nel discorso alla nazione ad inizio settimana ha si posto l’accento sul momento particolarmente difficile che incontra l’America, ma ha pure affermato che il paese è forte come non mai e determinato ad uscire vincitore dalle sfide che hanno scosso il suo pacifico vivere.

In riscontro a tutto ciò le borse hanno girato in positivo (peraltro senza euforici eccessi) dopo un inizio fortemente negativo dovuto ad un mix di fattori tra cui il caso Enron, la crisi argentina, l’agonizzante congiuntura giapponese, le sempre vive perplessità sullo stato dell’economia mondiale, dei consumi comunque al palo e della fiducia non proprio alle stelle.

LA LENTE DI INGRANDIMENTO – ^SRischio arrotondamenti^s

Vi è mai capitato in questi giorni di andare al supermercato, comprare i vostri consueti alimenti e notare con dispiacere che i loro prezzi sono lievitati?

O forse di sedervi al bar del vostro locale preferito, sorseggiare quel buon aperitivo e poi quasi strozzarvi constatandone la maggiorazione applicata?

Per non parlare poi del mazzo di fiori per il vostro innamorato cha adesso sembra fatto di platino.

Esagerazioni?

Nei giorni scorsi sono entrato nella mia solita erboristeria per soddisfare piccole vanità personali e presentandomi alla cassa ho riscontrato con sorpresa che quel meraviglioso prodotto naturale che da mesi è entrato nel mio vivere quotidiano è rincarato del 40% circa.

Possibile!!!?

A stento ho evitato che le mie unghie sprofondassero nel collo della indifferente commerciante che mi ha liquidato con un semplice "cosa vuole, con l’euro molte aziende hanno fatto piccoli ritocchi all’insù….".

Cosaaa!!!

Ma siamo impazziti!!

Il sistema dei centesimi è stato introdotto proprio per rendere identici i prezzi nella nuova valuta, per cui premesso che ogni esercente è libero di determinare gli importi dei prodotti e che il costo della vita non rimane certo fermo, è assolutamente scorretto ricorrere ad arrotondamenti indiscriminati e molto spesso esagerati adducendo la scusa che avere troppi spiccioli è una follia.

La follia è consentire proprio tali aumenti!

Quelle tanto antipatiche monetine permettono di contenere spinte inflazionistiche evitando arrotondamenti selvaggi, e non cerchiamo la scusa del disagio;se osserviamo in America o nel Regno Unito esistono da sempre eppure nessuno si lamenta quanto noi europei.

Possibile che avere qualche grammo di più nelle nostre tasche sia una tragedia di bibliche proporzioni tale da scatenare continui dibattiti popolari?

Datemi retta, abbiate solo un po’ di pazienza perché nei primi momenti di ogni cambiamento si incontrano difficoltà; ma nel tempo cesseranno sicuramente e diventeranno per noi consuetudine.

Nel frattempo evitate chi vi offre prodotti o servizi che presentano aumenti sospetti e non temete di ricorrere alle autorità competenti per segnalare i casi secondo voi degni di denuncia.

di Sirio Belli

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...